FrenchGermanItalian

Cresce l’assistenza, il PS e i Verdi preoccupati invitano a firmare il referendum sulla manovra fiscale

- Google NEWS -

Aumenta ancora l’assistenza in Ticino, e i partiti non possono ignorare i dati. Il PS è preoccupato, “gli ultimi dati pubblicati riguardo all’assistenza sociale in Ticino mostrano una situazione allarmante: più di 8’200 persone sono costrette a chiedere l’aiuto sociale, oltre 1’900 sono minorenni e più di 1’000 lavorano. Quest’inaccettabile situazione ha subito un peggioramento causato dai tagli alla politica sociale e famigliare, portata avanti dai partiti di maggioranza. I tagli al sociale effettuati con l’ultima manovra finanziaria di rientro sono giunti dopo dei tagli di 50 milioni di franchi in 3 anni alla politica famigliare. Tagli che hanno duramente colpito le fasce più deboli della popolazione e che hanno costretto ancora più persone a chiedere l’aiuto sociale, senza il quale non riescono a vivere dignitosamente e questo benché, molto spesso, lavorino”. Eppure il Governo propone un pacchetto di sgravi: i socialisti stanno raccogliendo firme per il referendum.

Matteo Pronzini ha rilevato una differenza di calcolo fra i metodi “ticinesi” e quelli statistici svizzeri, e dunque chiede lumi sui numeri estati dei beneficiari dell’assistenza stessa per distretto e sotto i 25 anni.

“Ancora un aumento del 4.4% dei dati dell’assistenza in Ticino. Aumentano i fannulloni o c’è un grave problema sistemico in questo Cantone? Invece di lavorare per migliorare la situazione si vogliono eliminare le aziende radiotelevisive (aumentando la disoccupazione) e sgravare il carico fiscale di chi non ne ha bisogno alleggerendo al contempo le casse cantonali e comunali… Percorriamo sempre le stesse strade che ci portano sempre più giù… È tutto da rifare!”, scrivono i Verdi, invitando anch’essi a firmare il referendum.

Giovanni Poloni e Tiziano Calderari del PLR si rivolgono al Comune di Mendrisio, chiedendogli di farsi portavoce presso le FFS e la TILO dei disagi sulla tratta Mendrisio-Varese: ritardi, cancellazioni, sovraffollamento, aumento dei prezzi.

A Collina d’Oro continua la polemica in merito all’agente, ora spostato in un ufficio, coinvolto nell’inchiesta, con un ex collega, per aver fatto guidare l’auto della Polizia alla fidanzata 16enne del collega. La sindaca e il vicesindaco liberali sapevano della questione e non hanno informato i colleghi di esecutivo, che ora protestano e si dicono indignati dall’aver appreso tutto dai media.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

GELATERIA VENETA LUGANO: LA GESTIONE FAMILIARE DEL GUSTO

Luigi Longobardi e sua moglie Anna D’Orsi hanno acquistato la GELATERIA VENETA LUGANO 4...

Storexperticino: il comfort dell’ombra

Per quanto possa essere piacevole esporsi alla luce del sole, si ha necessità dell’ombra...

Ottica Poretti, la qualità svizzera per la vista

Quando si parla di Ottica a Tenero, Poretti è un nome che è sinonimo...