FrenchGermanItalian

Dadò non ci sarà, “non mi candido per portare avanti il rinnovamento. Ho deciso io”

- Google NEWS -

Adesso è ufficiale: Fiorenzo Dadò non sarà della partita, non si candida per le votazioni cantonali di aprile. “In questo momento il PPD ha bisogno di qualcuno alla guida. Abbiamo un progetto ben chiaro di rinnovamento per i prossimi anni che necessita molto impegno. Un progetto che siamo motivati a realizzare”, chiarisce, spiegando che la decisione è sua.

Niente Commissione cerca che non lo voleva, nessuna influenza del caso Argo. Anzi, le motivazioni ci sarebbero pure state.  “Certo, avrei potuto gettarmi nella mischia e certamente le risorse e la motivazione non mi sarebbero mancate. Nessuno me lo avrebbe impedito, ma in questo momento, come ho detto, il PPD ha bisogno di stabilità e di una prospettiva positiva per il futuro”.

È pronto a guidare la lista e sa che cosa vuole il PPD.   “La riconferma del seggio in Governo e di quelli in Gran Consiglio. Il PPD ha bisogno di un rinnovamento, di un cambio di strategia e di marcia. Noi abbiamo iniziato questo cambiamento ma dobbiamo essere realisti perché ci vogliono anni. Ed è proprio per portare avanti con convinzione questa difficile ma accattivante transizione chiesta dagli elettori che in questo momento le mie forze le dedico al partito e non mi candido per il Governo”.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Enologica Ticinese: il punto di riferimento per gli appassionati di vino

L’Enologica Ticinese è situata a Taverne ed è dal 2010 al servizio dei professionisti del...

Life Home Care – Umanità e professionalità al servizio dei pazienti e delle famiglie

Assistere le persone che si trovano in una condizione di difficoltà non è un...

Col cuore e con l’informatica. Ticinocure mette il paziente al centro!

Curare gli altri come si vorrebbe essere curati. Quando nella vita di una persona...