FrenchGermanItalian

Ecco i cinque nomi del PS. La proposta UDC per la revisione dei conti dello Stato

- Google NEWS -

Dopo quelle di Schneider-Ammann, sono arrivate delle altre dimissioni in Consiglio Federale. Doris Leuthard lascerà a fine anno, anche lei. Saranno dunque due i membri che dovranno essere eletti, un liberale e un pipidino, idealmente, a circa un anno e mezzo dall’entrata nel gremio di Cassis. Dunque, tre settimi saranno modificati in meno di due anni.

Giampiero Gianella, ex Cancelliere di Stato, aveva, come noto, chiesto e ottenuto due stipendi mensili extra dopo la fine del suo mandato. Era finito anche lui al centro delle polemiche da parte dell’MPS e ora ha inviato una lettera al Governo in cui spiega di volerli restituire, così come chiesto dall’Esecutivo stesso.

Il PS ha i nomi. La Direzione ha scelto i cinque candidati per la lista che correrà per il Consiglio di Stato e li sottoporrà presto al Comitato Cantonale. Si tratta di Manuele Bertoli, Ivo Durisch, Amalia Mirante, Fabrizio Sirica e Laura Riget. Dunque, il Consigliere di Stato uscente, il capogruppo in Gran Consiglio, l’economista già candidata quattro anni fa (come Bertoli e Durisch), il giovane vicepresidente e la candidata voluta dalla GISO. Per Righini, una lista che presenta anche donne, giovani e rappresentanza di tutte le regioni, come richiesto: non c’è nessun comunista, quindi l’appello di unione è caduto nel vuoto. In un articolo abbiamo riportato le loro opinioni. Mirante ha promesso impegno, Riget ha parlato soprattutto di femminismo e pari opportunità (compresa anche la comunità LGTB) e mercato del lavoro, mentre Fabrizio Sirica si dedica a temi sindacali e promette che, in caso di elezione, vorrà lo stipendio medio di un ticinese.

Per contro, il Forum Alternativo parrebbe aver deciso di costituirsi in un partito, per puntare alle elezioni federali e portare un aiuto, creando una lista con PC e Verdi, al PS per riconquistare il secondo seggio al Nazionale.

L’UDC, con Sergio Morisoli, Gabriele Pinoja, Lara Filippini, Tiziano Galeazzi, Paolo Pamini, Cleto Ferrari, ha presentato un’iniziativa parlamentare generica che mira a sfruttare i periodi di stabilità finanziaria come quello che sta vivendo ora il Ticino per revisionare i conti dello Stato, un tema di cui, dice la nota, si parla spesso ma per cui non si fa in concreto quasi nulla. E allora l’idea è quella di inserire nella Legge sulle gestione finanziaria un articolo simile: “In caso di situazione finanziaria in equilibrio, di buona prospettiva di equilibrio finanziario duraturo, il Consiglio di Stato e il Gran Consiglio nominano congiuntamente una Commissione speciale finalizzata alla revisione dei compiti dello Stato. La Commissione speciale sarà composta da 1 rappresentante per ogni partito presente in Gran Consiglio compreso/a il/la Presidente della Commissione della gestione e 3 rappresentanti del Consiglio di Stato di cui il/la Direttore/Direttrice del Dipartimento delle finanze e dell’economia. Il Cancelliere dello Stato e il Direttore della divisione delle risorse saranno membri della Commissione senza diritto di voto. La Commissione può avvalersi di collaboratori interni o esterni all’Amministrazione e può creare dei gruppi di lavoro operativi”.

Nicholas Marioli insiste sul dialetto, e assieme a Daniele Casalini (Lega), Giancarlo Seitz (Lega),  Paolo Pamini (La Destra), Tiziano Galeazzi (La Destra), Franco Denti (Verdi), Raffaele De Rosa (PPD) e Andrea Giudici (PLR) chiede di introdurre, con un’iniziativa parlamentare generica, l’insegnamento facoltativo nelle scuole elementari e medie. “L’insegnamento del dialetto è impartito in tutte le scuole elementari e medie.
La frequenza degli allievi all’insegnamento del dialetto è facoltativa ed è accertata all’inizio di ogni anno dall’autorità scolastica mediante esplicita richiesta alle autorità parentali, rispettivamente agli allievi se essi hanno superato i diciotto anni d’età.
La designazione degli insegnanti, la definizione dei piani di studio, la scelta dei libri di testo, del materiale scolastico e la vigilanza didattica vengono preavvisati dal Centro di Dialettologia e di Etnografia. La vigilanza amministrativa compete alle autorità scolastiche”.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Paniflam – Installazione e posa di impianti di riscaldamento e condizionamento

Per lavorare nel settore della termoidraulica occorrono specifiche competenze e non c'è spazio per...

Progetto 3000 – Dal concept alla realizzazione, uno staff di professionisti leader nella progettazione e nelle metalcostruzioni

Progetto 3000 rappresenta una realtà nel settore delle metalcostruzioni, l'avanguardia dal punto di vista...

Storexperticino: il comfort dell’ombra

Per quanto possa essere piacevole esporsi alla luce del sole, si ha necessità dell’ombra...