FrenchGermanItalian

Elette Viola Amherd e Karin Keller Sutter, i commenti

- Google NEWS -

Giornata storica a Berna con l’elezione di due donne: per il PPD Viola Amherd, per il PLR Karin Keller Sutter, entrambe con risultati brillanti e al primo turno, battendo rispettivamente Heidi Z’raggen e Hans Wicky, succederanno a Doris Leuthard e Johann Schneider-Ammann.

Marina Carobbio ha diretto la mattinata piena di emozioni. Fabio Regazzi gioisce per il carattere conciliante della pipidina, “una collega che ho potuto apprezzare e che stimo”, festeggiata anche da Marco Romano: “Apprezzata collega, vicina di banco simpatica e sempre preparata…uno scatto pochi minuti dopo che l’Assemblea federale l’ha brillantemente eletta membro del Governo…la scopriremo Consigliere federale, non le mancano solidità, impegno, coraggio e disponibilità a cercare soluzioni! Fiero di averti aiutato, non la pensi sempre come me, ma vuoi il meglio per il nostro Paese!”.

“Complimenti alla nuova Consigliera federale Karin Keller-Sutter! E congratulazioni anche a Viola Amherd per la sua elezione al Governo svizzero!”, ha detto Rocco Cattaneo. Giovanni Merlini e Fabio Abate contenti delle scelte, che pronosticavano.

Marco Chiesa preferiva Heidi Z’raggen, perché avrebbe voluto per esempio la tassa sui frontalieri (nell’UDC caustico Bühler: “E Amherd e Keller-Sutter siano! Faccio i miei migliori auguri alle neo Consigliere federali senza aspettarmi alcun cambiamento di rotta per quanto riguarda le politiche dell’Esecutivo federale. Sono e restano CF PPD e PLR. Auguri ancora. Facevo il tifo Z’graggen e per il Canton Uri che non ha mai avuto un rappresentante in Consiglio federale”).

Chi ha attaccato è stato Lorenzo Quadri: “E cosa ci sarebbe di “storico”, di grazia?
– Che sono state elette due donne quando su quattro candidati tre erano donne, mentre l’unico uomo era lì tanto per fare la quota azzurra, essendo l’elezione di “KKS” scontata già prima dell’annuncio delle dimissioni di Schneider Ammann?
Che sono state elette due esponenti della casta? Che, con la collaborazione del PLR – che evidentemente l’ha votata compatta – è stata eletta l terza socialista in CF nella persona di Viola Amherd? Vorrei proprio che qualcuno spiegasse dove starebbe la strombazzata portata storica dell’elezione odierna. Così, tanto per capire… Aspettiamo poi di vedere la (ri)distribuzione dei dipartimenti. Gli uccellini bernesi cinguettano che la compagna Simonetta potrebbe approdare al dipartimento “ex Doris”. Il che significherebbe: nuova “guerra santa” pseudoambientalista contro gli automobilisti! Giornata storica?”.

A proposito di Quadri, non sono piaciute le sue parole contro Bertoli di ieri:  Simona Buri, Tessa Prati, Demis Fumasoli, Raoul Ghisletta, Carlo Zoppi, Nina Pusterla e Antonio Bassi, di PS e PC luganese, hanno chiesto al Municipio luganese se pensa la stessa cosa e hanno detto di vergognarsi, “purtroppo anche in Ticino il livello politico può cadere così in basso da diventare offensivo e di cattivo gusto” e si sono a loro volta scusati con Liliana Segre.

Immediata la replica del leghista, “ormai a sinistra grattano il fondo del barile e questa interpellanza, del tutto pretestuosa, ne è l’ennesima dimostrazione. Il mio profilo Facebook non lo gestisce il municipio. Come non devo rendere conto al municipio di quello che ci scrivo, evidentemente il municipio non deve rendere conto dei miei post, e ci mancherebbe”.

Christoph Blocher e Oskar Freysinger, due dei personaggi più carismatici dell’UDC nazionale degli ultimi anni, scendono in campo per cercare di convincere la Lega a correre assieme ai democrentristi.

Lega che ha detto e con forza la sua nell’affair Gianella (è sbucato però un atto parlamentare prima del 2000 in cui si diceva che percepiva 6’000 franchi: pur essendo senza base legale, qualcuno lo sapeva): “Affidare il compito di trovare le soluzioni a chi ha creato i problemi col senno di poi non è stata una bella mossa. Un po’ come mettere la volpe a guardia del pollaio. Oggi infatti si viene a sapere che il Cancelliere dello Stato PLR “Apero riche” Giampiero Gianella si auto-firmava gli aumenti di stipendio senza nemmeno informare il Governicchio. Ecco svelato l’andazzo che ben fa capire come mai si è giunti al caso dei rimborsi, dove va ricordato, ancora una volta, mentre una nota a protocollo che riguardava i rimborsi dei Consiglieri di Stato veniva fatta approvare formalmente, una seconda, che riguardava sempre lo stesso Gianella, su sua iniziativa veniva addirittura tenuta nascosta!”.

Il PPD, stufo “per i continui casi di irregolarità amministrative in seno all’Amministrazione cantonale e per la fuoriuscita dalle casse di importi anche importanti senza i dovuti controlli e basi legali”, proporrà in un’iniziativa popolare “l’istituzione di un tribunale popolare delle finanze meglio noto come Corte dei conti, vale a dire un organo totalmente indipendente dallo Stato ed eletto dal popolo, costituito da persone competenti e indipendenti che possano garantire alla popolazione un controllo adeguato sull’utilizzo corretto dei soldi pubblici”.

 

 

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

STUDIO D’ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO – BRANCA ANDREA: DAL 1989 LA MIGLIORE CURA DELL’OUTDOOR

Lo studio è stato aperto dal titolare, il Sig. Andrea Branca, nel 1989 dopo...

Pizzeria Passione – Il buon gusto è di casa

Ogni paese ha la propria pizza e le proprie pizzerie. Anche se queste ultime...

MORESCHI GIANFRANCO & CO SA

Azienda fondata nel 1954 dai fratelli Gianfranco e Hermes Moreschi, sostenuti dal padre Franco...