FrenchGermanItalian

Fabio Regazzi contro il minimo salariale, i dati pubblicati dal DSS confermano l’aumento di assistenza sociale

- Google NEWS -

Il consigliere nazionale PPD e presidente di AITI Fabio Regazzi sembra non aver accolto la notizia con entusiamo: “So che le sentenze non si dovrebbero commentare” ha affermato Regazzi in un’intervista a LiberaTV. “Mi limito dunque a dire che sono molto sorpreso dalla decisione dei giudici di Losanna, perché trovo sbagliato che i tribunali intervengano nella politica salariale. Politica che dovrebbe essere lasciata ai partner sociali. Ma ormai lo Stato decide sempre di più cosa possiamo fare e non fare. Ed è una tendenza che a me preoccupa”.

Fabio Regazzi afferma che “trova sbagliato che i tribunali intervengano nella politica salariale” prosegue Righini. “Il Tribunale federale vigila sull’applicazione del diritto federale nei ventisei cantoni ed è sconcertante dover ricordare che i giudici di Losanna hanno espresso un giudizio perché il padronato e delle associazioni dell’economia hanno inoltrato ricorso contro la decisione d’introdurre un salario minimo di 20 franchi l’ora a Neuchâtel.

Non indifferente la polemica sui social network dove si sono indignati gli utenti, il minimo salariale è un applicativo corretto e non creerà problemi se relazionato al problema dei frontalieri, anzi, sarà un punto di vantaggio sulla scelta del lavoratore relazionata alla qualità e la competenza, avanti il migliore.

Non a caso vengono evidenziati i dati pubblicati dal DSS, in un anno i beneficiari del sostegno sociale sono aumentati nella misura del 6%, nel mese di aprile 2017 le persone in assistenza erano 8’181, vale a dire solo due in più rispetto al mese di marzo, ma ben 461 in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Per quanto riguarda i nuclei familiari nel mese di aprile 2017 erano 5’386, due in meno rispetto a marzo ma 242 in più rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. In questo caso l’aumento annuo è stato del 4,7%.

Il Consigliere nazionale PPD si dice preoccupato dal fatto che “lo Stato decide sempre di più cosa possiamo fare e non fare”? Preoccupante è che un eletto alla Camera che rappresenta il Popolo esprima un giudizio del genere a proposito di un’iniziativa per cui il potere legislativo è chiamato alla sua realizzazione.

Secondo Righini la sentenza determina più punti fermi che non sono più contestabili: “L’introduzione di un minimo salariale di 20 franchi l’ora non contravviene né al principio costituzionale della libertà economica né al diritto federale ed è abbastanza basso perché questa misura di politica sociale non possa essere equiparata a una misura di politica economica.

Il Tribunale federale veglia all’applicazione del diritto sull’insieme della Confederazione e ha evidenziato come il minimo salariale di 20 franchi l’ora equivalga al reddito determinante per le prestazioni complementari AVS/AI, valido in tutta la Svizzera e quindi, oltre che a Neuchâtel, anche per il Ticino”.

Cosi’ Righini commenta sul suo profilo social network :

“Sbagliato – come dice Fabio Regazzi, Consigliere nazionale Ppd e presidente di AITI – che i tribunali intervengano nella politica salariale”? 
Sono proprio padronato e associazioni economiche che hanno inoltrato ricorso contro la legge del salario minimo di 20 franchi l’ora a Neuchâtel! 
Adesso bisogna concretizzare l’iniziativa “Salviamo il lavoro in Ticino”, votata nel 2015, tenendo conto della sentenza del Tribunale federale (TF) che fa giurisprudenza.
La sentenza è chiara e non ammette contestazioni. Criticarla significa volere perdere altro tempo: evitiamo ai Ticinesi una lunga quanto inutile attesa, come i sei lunghi anni subiti dalla popolazione di Neuchâtel.
Una salario minimo dignitoso in Ticino ora: senza più esitazioni né tentennamenti.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

HOTEL RISTORANTE SERTA – IL POSTO PERFETTO PER RICARICARSI

Con l’arrivo della bella stagione, le giornate che si allungano, cresce di più la...

STYLE ME DI BOTTONI PAOLA – IL TUO PARRUCCHIERE A LUGANO

Avere un’immagine curata è sempre fonte di sicurezza e benessere. L’autostima ne beneficia e...

FBF Management – Studio fiduciario per l’assistenza e la consulenza aziendale

La burocrazia spesso assorbe energie che l'imprenditore potrebbe spendere per migliorare la performance della...