FrenchGermanItalian

Fari sull’ex Cancelliere Gianella. “Restituisca due mensilità extra”. E piovono domande su di lui

- Google NEWS -

Il Governo ha scritto all’ex Cancelliere Giampiero Gianella chiedendogli di restituire le due mensilità extra che ha ricevuto a settembre e ottobre 2016, quando il suo successore era già entrato in carica. Gianella beneficiava già della pensione.

La Lega ha inoltrato un’interrogazione proprio su Gianella. “Nel corso degli anni allo scranno si sono succeduti differenti Consiglieri di Stato, ma chi avrebbe dovuto supportarli nel loro lavoro, prestando un importante ruolo di coordinazione e supervisione con il suo apparato, è il Cancelliere dello Stato, che, guarda caso, beneficiava anch’egli di cospicui vantaggi. A questo proposito, considerando che l’attuale Cancelliere è entrato carica in corso di legislatura, delucidazioni sul ruolo dell’ex Cancelliere, Signor Giampiero Gianella, sono quantomeno opportuni”, scrive Omar Balli. E pone domande sulle mansioni, sui rimborsi ottenuti, su come veniva pagato per il ruolo nella Regio Insubria. “Fra stipendio, rimborsi, contributi percepiti nell’ambito della sua attività di segretario della Regio Insubrica, ecc. ecc., è vero che il Cancelliere percepiva più di un Consigliere di Stato?”.

Anche Matteo Pronzini dell’MPS è tornato alla carica ponendo una serie di domande, fra cui anche in questo caso diverse sul Cancelliere, altre sui rimborsi telefonici, e ha voluto sapere se la frase detta da Manuele Bertoli, ovvero che “i rimborsi richiesti dall’MPS sono ingiustificati”, è stata detta a titolo personale o del Governo. Inoltre domanda anche come mai si sia tenuto nascosto che il Controllo Cantonale delle Finanze ha richiamato più volte i Ministir, e perché queste lettere non sono arrivate subito in Procura.

Massimiliano Robbiani, sempre della Lega, si è occupato invece di disoccupati costretti poi a chiedere l’assistenza. “Quanti sono i “Prima i nostri” che terminato il periodo di disoccupazione finiscono nel baratro dell’assistenza?”, chiede, volendo sapere il numero di quelli che finisco in assistenza, le loro fasce d’età, la durata del beneficio dell’aiuto.

Polemica a Lugano in merito al nuovo logo di Turismo Lugano. L’artista Al Fahdil, di orgine irachena, che lo aveva presentato sotto forma di performance al Kunsthaus di Zurigo nel 2008. Lui se ne è lamentato, ma sia responsabile della comunicazione di Lugano Turismo che chi ha creato il logo spiega che sono causalità. “Bisognerebbe vedere quanti loghi si sono ispirati alla bandiera svizzera”.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

TI – REX – Minima spesa ma massima resa!

Nel budget mensile per sostenere una casa, oltre le bollette e tutto ciò che...

Fisioart – Lo studio di fisioterapia che mette al centro dell’attenzione il benessere dei pazienti

Il recupero fisico dopo un incidente, un infortunio o un'operazione chirurgica richiede grande dedizione...

Berry.En®: il filo diretto con un benessere davvero naturale

Basta sfogliare una rivista o navigare su Internet per imbattersi in venditori di integratori...