SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Occorre rivedere le basi giuridiche per le osservazioni

Il Governo ha preso posizione in merito alla modifica dell’ordinanza sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali. L’ordinanza ha lo scopo di precisare le basi legislative per la sorveglianza degli assicurati in caso di sospetto di riscossione indebita delle prestazioni. Con il progetto del Dipartimento federale dell’interno (DFI) si intendono innanzitutto definire i requisiti relativi agli specialisti che possono essere incaricati dagli assicuratori di svolgere osservazioni. Dall’altro lato si vogliono disciplinare la procedura per la consultazione da parte dell’assicurato di tutto il materiale ottenuto in occasione dell’osservazione nonché la conservazione e distruzione di quest’ultimo.

Il Governo è contrario all’avamprogetto e chiede la rielaborazione di quest’ultimo. Un punto sostanziale a tale proposito è l’introduzione prevista di un obbligo di autorizzazione per gli specialisti esterni che possono essere incaricati dagli assicuratori di svolgere l’osservazione. Il Governo è dell’avviso che non sussista alcuna base legislativa per l’introduzione di un tale obbligo di autorizzazione. In aggiunta essa non pare opportuna, in quanto sono gli stessi istituti delle assicurazioni sociali a dover fare in modo di incaricare solo specialisti che soddisfano i requisiti.

Inoltre occorre respingere la prevista istituzione di un elenco degli specialisti, dato che in tal modo persone che perpetrano abusi assicurativi potrebbero prendere contromisure contro le osservazioni.