Il Gruppo parlamentare PS chiede il rinvio della trattanda relativa alla ricapitalizzazione e al finanziamento di Lugano Airport SA prevista nella prossima seduta del Gran Consiglio. Una decisione del Gran Consiglio su questa trattanda non è sensata prima che il Consiglio Comunale di Lugano abbia deliberato in merito.

Il Gruppo PS in Gran Consiglio ha preso atto del consenso tra le/i capigruppo del PS, PLR, PPD e Verdi di Lugano in favore di una soluzione alternativa per Lugano Airport SA, che potrebbe consolidarsi nella seduta del Consiglio comunale del 25 novembre e che permetterebbe, come si usa dire, di “salvare capre e cavoli”, in particolare traghettando LASA verso il possibile e prospettato accordo con i privati per la gestione dell’attività di aviazione generale (con il conseguente possibile recupero di posti di lavoro) e consentendo la messa a disposizione dell’importo necessario a LASA per un appropriato piano sociale per i dipendenti non ricollocati.

Inoltre il gruppo PS ha preso atto dell’introduzione dell’art. 5 nel decreto legislativo cantonale sulla ricapitalizzazione e sul finanziamento di LASA contenuto nel rapporto di maggioranza della Commissione della Gestione in Gran Consiglio del 22.10.2019: esso afferma che “lo stanziamento dei crediti di cui agli art. 1 e 2 del presente decreto è vincolato alle concessioni preventive, da parte del Comune di Lugano, del credito d’investimento per la ricapitalizzazione della Lugano Airport SA, del credito d’investimento per la copertura delle perdite riportate a bilancio al 31 dicembre 2019 e del credito annuo ricorrente di gestione corrente per gli anni 2020-2024 a copertura delle perdite d’esercizio della società, di cui al messaggio municipale n. 10291 del 23 maggio 2019 o, in alternativa, fino al 2022 come da decisione cantonale”.

Pertanto il gruppo PS in GC chiede di rimandare la trattanda del messaggio 7708 sulla ricapitalizzazione e il finanziamento di LASA, all’ordine del giorno al punto 10 della seduta del Gran Consiglio del 04.11.2019, alla seduta parlamentare del 9.12.2019, in modo che il Parlamento cantonale possa affrontarla dopo la decisione del Consiglio Comunale di Lugano del 25.11.2019.

Si tratta di evitare che venga fatta in Gran Consiglio una discussione che diventerebbe assolutamente inutile, qualora la maggioranza del Consiglio comunale di Lugano seguisse il 25.11.2019 la sopracitata proposta delle/dei capigruppo PS, PLR, Verdi e PPD di Lugano.