SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Dal 24 novembre al 18 dicembre 2020 alcuni militari delle Forze aeree svizzere si alleneranno di notte con al massimo dieci jet da combattimento F/A-18 presso la base aerea della Royal Air Force (RAF) a Leeming, Gran Bretagna. L’allenamento nel nord dell’Inghilterra – denominato YORKNITE – rappresenta un elemento centrale dell’allenamento delle Forze aeree nel volo notturno. Le Forze aeree assolvono all’estero circa la metà del loro allenamento nel volo notturno su jet. Le condizioni quadro sono rese più difficoltose dalla situazione legata al COVID-19. Un concetto di protezione approvato a livello bilaterale garantisce la massima protezione dal rischio di contagio.

Gli obiettivi del modulo d’istruzione nel nord dell’Inghilterra sono l’istruzione di base dei piloti di F/A-18 nel volo notturno (servizio di polizia aerea di notte) come pure l’approfondimento e il consolidamento delle tattiche d’impiego nella guerra aerea di notte. Le esperienze tratte dai conflitti degli ultimi decenni mostrano che per motivi tattici gli impieghi hanno luogo sempre più spesso nell’oscurità. Complessivamente si recheranno in Gran Bretagna circa 40 piloti e 100 membri del personale di terra, suddivisi in due turni.

La base aerea della Royal Air Force nel North Yorkshire, RAF Leeming, offre alle Forze aeree svizzere ideali condizioni d’allenamento e ambientali. Dalla base è facilmente possibile raggiungere gli ampi settori d’allenamento sul mare del Nord, dove è possibile allenarsi efficacemente e praticamente senza restrizioni nel volo notturno in tutti gli ambiti d’impiego, compreso il volo a velocità supersonica.

A seguito di diverse limitazioni, le Forze aeree non possono raggiungere in Svizzera standard d’allenamento nel volo notturno paragonabili al livello internazionale. Settori d’allenamento ristretti e scarsamente disponibili, limiti di quota e di velocità (praticamente nessun allenamento nel volo a velocità supersonica), orari di volo limitati, restrizioni nel numero di movimenti aerei presso gli aerodromi, un denso traffico aereo sopra la Svizzera nonché un’elevata densità di insediamenti con conseguente tutela della popolazione per quanto riguarda l’inquinamento fonico sono fattori limitanti che consentono solamente in misura marginale l’allenamento del volo notturno in Svizzera. I piloti svizzeri assolvono solo circa la metà di ore di volo notturno rispetto ai piloti delle Forze aeree dei Paesi limitrofi.

La salute ha la priorità

La salute e la protezione del personale delle Forze aeree e del personale ospitante rivestono la massima priorità. Per questo durante lo YORKNITE viene applicato in maniera sistematica un concetto di protezione autorizzato dall’Esercito svizzero e dal Ministero della difesa britannico, che tiene anche conto di tutte le direttive dell’UFSP e del Ministero della sanità britannico. Prima della partenza per la Gran Bretagna e del rientro in Svizzera tutti i partecipanti vengono sottoposti a test PCR.

La base legale per YORKNITE è costituita da un accordo stipulato tra il Regno Unito e la Svizzera.