FrenchGermanItalian

L’iniziativa UDC fa discutere. Per molti, farà chiarezza, ma poi? La possibile svolta al potere della Lega

- Google NEWS -

Fa discutere l’iniziativa per disdire la libera circolazione lanciata dall’UDC, come prevedibile.

Per il Nuovo movimento europeo, Numes, ritiene che “con la sua iniziativa contro la libera circolazione delle persone (LCP), l’Unione democratica di centro (UDC) ha deciso di mettere fine alla via bilaterale. Ciò rappresenterebbe per il nostro paese un’evoluzione fra le più dannose e pericolose, ed è per questa ragione che ci impegneremo contro questa iniziativa”. Però è un’occasione per parlare seriamente dei rapporti con l’UE e di un’eventuale entrata.

I Verdi commentano: “è fondamentale per noi immaginare una società aperta, con forti legami d’amicizia tra i popoli che possano portare a delle sinergie tra le nazioni confinanti. In quest’ottica, riteniamo importantissimo continuare a collaborare con i paesi dell’unione europea attraverso trattati bilaterali. Tuttavia è pericoloso negare che la situazione attuale è e sta diventando insostenibile: i partiti borghesi al governo non stanno minimamente tutelando il mercato del lavoro contro le conseguenze nefaste di una libera circolazione deregolamentata. Solo l’introduzione di azioni concrete per contrastare questo tipo di economia (come per esempio l’introduzione di un salario minimo dignitoso), che sfrutta manodopera a basso costo e impoverisce i residenti, potrà permettere di immaginare anche in futuro una società aperta. In caso contrario la tentazione di sostenere l’iniziativa UDC potrebbe arrivare anche da ambienti molto distanti dalla destra populista”.

Dopo Modenini, anche Fabio Regazzi ha preso posizione a nome di AITI. “Dopo aver pasticciato a livello federale con l’iniziativa del 9 febbraio e a livello cantonale con “Prima I Nostri”, l’UDC finalmente esce allo scoperto con un’iniziativa che ha perlomeno il pregio di fare chiarezza e porre un quesito inequivocabile rispetto al passato. È chiaro che dal punto di vista dell’economia e dell’industria che rappresento c’è preoccupazione. L’accoglimento di questa iniziativa provocherebbe grossi problemi alla Svizzera e alla sua piazza economica. Siamo pronti a combattere questa ennesima battaglia”.

La Lega, dopo la presidenza di Giuliano Bignasca e gli anni col fratello Attilio come “colonnello”, va verso una formula innovativa, dove nessuno comanderà, o almeno, nessuno sarà ufficialmente alla testa del Movimento.

I giovani socialisti non mollano in merito alla presenza di Donald Trump al Forum economico di Davos e chiedono il permesso di manifestare nel paese dove si terrà la manifestazione, appunto Davos.

Carlo Croci, sindaco dimissionario di Mendrisio (anche se l’attesa conferenza stampa non c’è ancora stata), entra nel Consiglio di Amministrazione della Valascia  Immobiliare SA, la società proprietaria dell’attuale pista del ghiaccio e incaricata della costruzione del Nuovo Stadio Multifunzionale di Ambrì.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Color Lux l’impresa di pittura che offre molteplici soluzioni

L’impresa Color Lux garantisce professionalità e serietà, questa magnifica azienda è specializzata in tinteggi...

Garage Della Santa – Tradizioni e passione che portano ad un offerta impeccabile e senza eguali!

La tradizione centenaria della famiglia Della Santa nel settore della mobilità e della meccanica...

Astor Color Sagl: stile e professionalità al servizio del cliente

Ristrutturare un immobile utilizzando il cartongesso vuol dire nuova vita a una casa o...