FrenchGermanItalian

Pini scrive ai cittadini, “venite sempre a osservarci, anche quando non ci sono scandali”

- Google NEWS -

Nicola Pini ha scritto ai cittadini che si sono presentati fuori da Palazzo delle Orsoline dopo la seduta di Gran Consiglio, invitandoli a ripetere l’esperienza anche quando non ci sono per forza scandali: “Durante l’ultima seduta di Gran Consiglio, quando in discussione vi era l’istituzione della Commissione parlamentare d’inchiesta relativa al discusso caso Argo1, un folto gruppo di cittadini si è presentato per qualche decina di minuti sulle tribune dell’aula parlamentare armato di una serie di cartelloni raffiguranti dei grandi occhi. Il messaggio era chiaro: vi osserviamo. Altrettanto chiaro il titolo della manifestazione: Vi aspettiamo fuori. Non ho né condiviso né condannato l’iniziativa perché non ho nessun problema nell’essere osservato nella mia azione politica. Anzi: credo sia – e debba essere – la regola. Benvenuti quindi i cittadini alle tribune, fisiche o virtuali! Ma dagli stessi cittadini – in particolare quelli accorsi lunedì scorso – pretendo però che si impegnino a seguirci sempre e non solo quando sentono l’odore del sangue, dello scandalo, dell’inquisizione (in questo caso sicuramente non santa). Mi è dunque dispiaciuto – votata la Commissione e superate le 19.00 – vederli partire velocemente con i loro occhi giganti (alcuni gettati un po’ poco elegantemente in sala durante i lavori), invece di marcare presenza anche nell’ora successiva, quando abbiamo affrontato temi forse meno roboanti e spettacolari, ma altrettanto importanti”.

Rocco Cattaneo si appresta a subentrare a Ignazio Cassis, ed è pronto a raggiungere Berna in bicicletta. Chiari anche gli intenti politici del suo mini mandato (ma è pronto a ricandidarsi se il PLR lo vorrà):  “Schneider-Amman si è complimentato e rallegrato che arrivasse nella Camera del popolo un imprenditore, perché a suo modo di vedere lo spirito di chi svolge la nostra professione è un po’ carente in quella sala della politica. La politica esercitata in maniera eccessivamente professionale, approfondendo i dossier tecnici fa perdere le visioni che sono il sale della politica stessa. È con questo spirito che io intendo andare a Berna. “Sono un imprenditore e amo una Svizzera dal futuro promettente, le visioni, il progresso, la libertà. Cercherò di concentrare le mie energie su temi di sviluppo economico-sociali: posti di lavoro, formazione, investimenti strategici, salvaguardia delle nostre libertà costituzionali e meno burocrazia”.

Lorenzo Quadri ha polemizzato con Germano Mattei, dopo che quest’ultimo aveva interrogato il Governo sul caso del frontaliere che ha toccato la memoria di Damiano Tamagni e deriso i disoccupati, facendogli notare che, a suo avviso, non è la persona giusta per simili commenti (ricordando quanto scritto contro Caverzasio, ndr). E facendo notare come nessuno di coloro che chiama “moralizzatori” abbiano detto nulla sulla questione.

Il Sindacato deli Studenti e degli Apprendisti ha chiesto uno sportello dove i giovani possano denunciare le eventuali molestie subite, il DECS ha fatto notare di aver sempre posto attenzione al tema.

 

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

DI-ME Edilservizi Sagl – Servizi edili, manutenzione e riattazione stabili

DI-ME Edilservizi Sagl è un'impresa di costruzioni attiva nel Luganese e Mendrisiotto. Esegue diversi...

Manno restauri – La vocazione che diventa lavoro

La Svizzera oltre ad essere ricca di monumenti e reperti storici, è anche composta...

La fotografia professionale di Katia e Paolo Albertoni

Viviamo in un mondo in cui oramai le foto e i video occupano una...