FrenchGermanItalian

Quadri a Berna con 94 voti contro 89 e 5 astenuti, no a finanziamento moschee

- Google NEWS -

Come riporta TIO e TICINO NEWS il finanziamento di moschee e centri islamici svizzeri con fondi provenienti dall’estero va vietato e gli imam obbligati a tenere le prediche nella lingua locale.

È quanto prevede una mozione del consigliere nazionale Lorenzo Quadri(TI/Lega) adottata oggi dal Consiglio nazionale con 94 voti contro 89 e 5 astenuti, nonostante il parere contrario del Consiglio federale.

Il deputato ticinese ha rilevato come, secondo indagini giornalistiche, il governo turco finanzierebbe 35 moschee e centri islamici nella Confederazione, con l’obiettivo, concreto o presunto, “di promuovere la diffusione in Svizzera dell’islam radicale“.

Stando al testo delle mozione la vicina Austria, confrontata col medesimo problema, ha decretato un divieto di finanziamenti esteri per luoghi di culto islamici e l’obbligo per gli imam di predicare nella lingua nazionale.

Il Consiglio degli Stati deve ancora esprimersi.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Moto Bernardini – Servizio completo di vendita e assistenza motoveicoli e attrezzature da giardinaggio

Prima di acquistare una moto occorre avere tutte le informazioni tecniche e pratiche per...

Carrozzeria Della Cassina SA – Più di cinquant’anni a vostra disposizione

Nella vita di ogni guidatore, di ogni automobilista c’è un aspetto che non deve...

Un falegname in Canton ticino? Falegnameria Espo – Dove il legno è protagonista e la cura dei dettagli è un obbligo

La Falegnameria Espo è una piccola impresa, una bottega artigianale, che sta crescendo sul...