SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Il Municipio della Città di Lugano in corpore ha ricevuto ieri sera a Villa Ciani il Consigliere di Stato Claudio Zali e la neoeletta deputazione del Luganese in Gran Consiglio. Presenti anche l’Agenzia e l’Ente regionale di sviluppo (ERSL). La Città auspica che questo primo incontro possa essere seguito da altri nel corso della legislatura cantonale 2019-2023.

Le deputate e i deputati della regione del Luganese in Gran Consiglio sono 31 e ieri una ventina ha potuto partecipare al tradizionale saluto della Città, con il indaco Marco Borradori che ha rotto il ghiaccio congratulandosi con i presenti per la loro elezione o rielezione nel Legislativo e nell’Esecutivo cantonali per la legislatura 2019-2023.

Con questo incontro – ha detto il Sindaco – vogliamo riconfermare la volontà costruttiva e collaborativa della Città di essere parte attiva nello sviluppo e nella crescita futura della nostra regione e del nostro cantone”. I temi di interesse regionale che le deputate e i deputati saranno chiamati ad approfondire sono molti ed essenziali per lo sviluppo futuro del nostro cantone: alcuni di questi hanno una particolare rilevanza per la nostra regione e per la Città. Ad esempio, progetti della mobilità quali la rete tram-treno, il concetto del trasporto pubblico 2021 o la strategia di sviluppo di Lugano Airport. O, ancora, il tema dei rapporti cantone-comuni, con l’annunciata riforma fiscale che dovrà proporre una compensazione adeguata per gli enti locali penalizzati dalla diminuzione dell’aliquota per le persone giuridiche; non da ultimo, la ripresa del progetto Ticino 2020 con la riforma delle competenze e degli oneri tra cantone e comuni.

È quindi seguito un intervento di Luca Gambardella, direttore dell’Istituto Dalle Molle per la ricerca sull’intelligenza artificiale (ID IA). L’ID IA, fondato nel 1988 a Lugano, collabora regolarmente con la Città, il cui approccio è quello di creare valore per la cittadinanza grazie all’innovazione. Gambardella, in particolare, ha affrontato il tema del machine learning, il ramo dell’intelligenza artificiale che si occupa di replicare i comportamenti d’apprendimento degli esseri umani, settore in cui l’Istituto è riconosciuto a livello mondiale.

Il Municipio auspica di poter dare continuità al dialogo su temi puntuali da approfondire insieme alla deputazione luganese.