FrenchGermanItalian

USSI sotto esame, MPS torna alla carica sui rimborsi, l’UDC pronto a consegnare le firme

- Google NEWS -

L’USSI, dopo il nuovo caso che l’aveva investita, ovvero gli errori nelle procedure di concessione del sussidio di assistenza, per cui alcune persone incassavano più del dovuto, è sotto la lente di ingrandimento della Sottocommissione Finanze. “Di sicuro all’interno dell’USSI mancava e manca (e qui bisognerà migliorare) un controllo interno. Da questo punto di vista occorre intervenire”, ha detto Fabio Bacchetta Cattori, precisando che l’errore grande è stato in un caso, dove si parla di 95mila franchi, mentre in tutti gli altri casi in totale in ballo vi sono circa 20mila franchi. “Non va banalizzato, noi chiediamo ulteriori esami, ulteriori approfondimenti per capire se ci sono stati e se ci sono ancora degli errori di valutazione. Il nostro obiettivo è di evitare che questi casi si ripetano”, ha aggiunto: il Controllo Cantonale delle Finanze ora esaminerà gli incarti.

Matteo Pronzini torna alla carica e vuole che “il Gran Consiglio faccia valere nelle sedi opportune la seguente pretesa di risarcimento, è dovere del Legislativo ripristinare la legalità in materia di attuazione del regime pensionistico dei Consiglieri di Stato. L’unico strumento democratico che rimane a disposizione del Gran Consiglio per ottenere dal Governo il rispetto della legalità, come viene richiesto ad ogni cittadino e istituzione di questo Cantone, è procedere al voto di una pretesa di risarcimento ai sensi dell’art. 20 cpv.2 lett. a) della Legge sulla responsabilità degli enti pubblici e degli agenti pubblici. Si tratta di una questione non solo di legalità, ma anche di credibilità delle istituzioni democratiche che riveste inoltre un marcato aspetto etico per i cittadini e l’opinione pubblica”. Negli ultimi 20 anni si parla di  382’818 franchi per Rossano Bervini, 141’840 franchi per Gabriele Gendotti, 213’120 franchi per Marina Masoni, 131’840 franchi per Luigi Pedrazzini, 364’416 franchi per Alex Pedrazzini, 100’560 per Marco Borradori, 181’938 franchi per Fulvio Caccia, 243’858 franchi per Dick Marty, 233’538 franchi per Renzo Respini e 56’400 franchi per Laura Sadis, per un totale di 2’060’328 franchi. L’MPS ha chiesto a ciascuno di loro se avessero effettivamente ricevuto la somma, e riporta come solo una ex Consigliera di Stato lo abbia fatto. Oltre al risarcimento chiesto ai 10, lo chiede anche a Pesenti e ai Consiglieri di Stato in carica.

L’UDC ha ultimato la raccolta firme contro La Scuola che verrà e la sua sperimentazione, le consegnerà giovedì in Cancelleria.

A Lugano Giovanna Viscardi e Rupen Nacaroglu (PLR), hanno inoltrato un’interrogazione al Municipio di Lugano in merito all’aumento dei prezzi dei parcheggi in centro città, in alcuni casi anche del 30%, con gli utenti che non sono stati avvisati prima e hanno trovato dunque la sgradita sorpresa.

 

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

FARMACIA FERRARI: DA OLTRE 70 ANNI È L’ALLEATA DELLA SALUTE

Fondata nel 1948 da Costantino Ferrari, che, all’epoca, era Presidente dell’Ordine dei Farmacisti del...

ATA Color – La tua impresa di pittura preferita

Un servizio di pittura e verniciatura è sempre qualcosa di cui abbiamo bisogno. Nonostante...

Casada SA – Costruire oggi per migliorare il futuro di domani, tecnologia e rispetto per l’ambiente

Una società attiva dal 1956 che opera nel settore dell'edilizia lavorando per enti pubblici,...