Assicurare l’approvvigionamento di medicamenti veterinari

- Pubblicità -

- Google NEWS -

Il Consiglio federale ha approvato nella seduta del 12 gennaio 2022 la modifica di diversi atti normativi sugli agenti terapeutici che entrerà in vigore il 28 gennaio 2022. L’obiettivo è eliminare le principali differenze con il diritto UE e impedire così la creazione di ostacoli al commercio.

Dal 28 gennaio 2022 entrano in vigore negli Stati membri dell’Unione europea i nuovi regolamenti sui medicamenti veterinari e sui mangimi medicati. Ciò avrà un impatto anche sulla Svizzera.

L’approvvigionamento di medicamenti veterinari nel nostro Paese, infatti, è in gran parte garantito attraverso il mercato europeo. Pertanto, è importante che in questo settore valgano in Svizzera, per quanto possibile, le stesse condizioni dell’UE. A tale proposito, oggi il Consiglio federale ha approvato gli adeguamenti al nuovo diritto UE in materia di medicamenti veterinari, da un lato nell’ambito delle omologazioni di
medicamenti e dall’altro, della «buona prassi di distribuzione» al fine di controllare la catena di distribuzione e, quindi, garantire la qualità dei medicamenti.

L’obiettivo di queste misure è evitare, per le case farmaceutiche, oneri supplementari durante il processo di omologazione dei medicamenti veterinari, assicurando così un approvvigionamento sufficiente di medicamenti veterinari in Svizzera.

Le modifiche decise oggi riguardano l’ordinanza sui medicamenti per uso veterinario, l’ordinanza sui medicamenti e l’ordinanza sulle autorizzazioni nel settore dei medicamenti. Swissmedic ha adattato di conseguenza l’ordinanza per l’omologazione di medicamenti.

- SPONSOR ticinopolitica | ti anno 2020 / 2021 / 2022

Le imprese ti attendono

Da Genini Resine Sagl trovi esperienza, qualità e innovazione

Genini Resine Sagl è attiva sul mercato svizzero nell’ambito del trattamento, posa e fornitura...