Banca dati sul dosaggio dei medicamenti destinati ai bambini: prima tappa riuscita

- Pubblicità -

- Google NEWS -

La prima fase di gestione di SwissPedDose, la banca dati nazionale che raggruppa i dosaggi armonizzati dei medicamenti per uso pediatrico, ha corrisposto alle attese dei professionisti della salute. Alla fine del 2021, la banca dati conteneva più di 460 raccomandazioni posologiche concernenti i 134 principi attivi più diffusi. L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), che ha incaricato l’associazione SwissPedDose di gestirla, continuerà a sostenere economicamente il progetto.

Il dosaggio dei medicamenti nei bambini è un compito complesso ed è all’origine della maggior parte degli errori in pediatria. Non essendoci ancora abbastanza medicamenti sviluppati specificamente per i bambini, spesso i professionisti della salute sono costretti ad adattare le modalità di impiego del medicamento all’età e alla massa corporea del bambino basandosi sulla loro esperienza pratica. Per molto tempo tra i professionisti della salute non vi è stato consenso sul dosaggio.

Dal 2013, l’UFSP si sforza quindi di migliorare la sicurezza d’uso dei medicamenti in pediatria. Nel quadro di un progetto pilota, erano state armonizzate a livello nazionale le prime 100 raccomandazioni posologiche di medicamenti destinati ai bambini per 20 principi attivi. L’associazione SwissPedDose, creata a tale scopo, svolge questo compito dal 2018. Il bilancio della prima fase di gestione mostra l’importanza della banca dati che, alla fine del 2021, propone 460 raccomandazioni relative all’indicazione, al dosaggio e alla somministrazione dei medicamenti per 134 principi attivi nei settori dell’infettivologia, dell’anestesia, della neonatologia, della medicina intensiva e della pediatria generale.

Lo sviluppo prosegue nel 2022

Nel 2022, la seconda fase di gestione comprenderà raccomandazioni di dosaggio nei settori della pediatria pratica, della farmacia d’officina e della psichiatria. Così la banca dati, oltre a mantenere costantemente aggiornate le raccomandazioni posologiche già pubblicate, continuerà a svilupparsi.

L’associazione SwissPedDose è stata costituita dal collegio delle otto cliniche pediatriche A (Aarau, Basilea, Berna, Ginevra, Losanna, Lucerna, San Gallo, Zurigo), dalla Società svizzera di pediatria (SSP) nonché dalla Società svizzera dei farmacisti dell’amministrazione e degli ospedali (GSASA). Gestisce la banca dati su mandato dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), che esercita la funzione di autorità di controllo. Per gli anni dal 2018 al 2025, la Confederazione ha concesso all’associazione 3,4 milioni di franchi per la tenuta del registro.

Parallelamente al progetto SwissPedDose, la Confederazione ha adottato altre misure per migliorare la sicurezza dei trattamenti farmacologici nei bambini. Dal 2019, infatti, la legge sugli agenti terapeutici (LATer) e le disposizioni sulla proprietà intellettuale prevedono incentivi all’industria farmaceutica per lo sviluppo di un maggior numero di medicamenti pediatrici. Un’analisi della situazione è attualmente in corso e sarà disponibile entro la metà del 2022.

- SPONSOR ticinopolitica | ti anno 2020 / 2021 / 2022

Le imprese ti attendono

Acqua d’Alva – Liquori nostrani prodotti a Roveredo con passione e dedizione

L’azienda si prefigge di proporre un prodotto di alta qualità realizzato artigianalmente nel rispetto...

Butti Guido S.N.C.di Butti Carlo e Laura. L’arte nel lavoro nasce dalla passione

A chi rivolgersi se si ha bisogno di cancelli, recinzioni, scale, parapetti, inferriate, porte blindate...

Un’agenzia RE/MAX a Como? Immobili di prestigio e tanta professionalità

Il sistema RE/MAX è stato fondato nel 1973 a Denver in Colorado (USA), ed...