FrenchGermanItalian

Finanza digitale: il Consiglio federale definisce i settori di attività per i prossimi anni

- Google NEWS -

Il Consiglio federale vede nella digitalizzazione del mercato finanziario un grande potenziale per la piazza economica svizzera. Nella seduta del 2 febbraio 2022 ha adottato il rapporto sulla finanza digitale, che mette in luce le opportunità e i rischi e definisce i settori che richiedono interventi concreti.

L’impiego delle nuove tecnologie genera nuovi prodotti e apre le porte del mercato finanziario a nuovi attori. In questo modo i processi diventano potenzialmente più efficienti, trasparenti e convenienti e si orientano maggiormente al cliente. La digitalizzazione comporta però anche nuovi rischi.

In Svizzera l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali è essenzialmente prerogativa dell’economia privata. Il processo di trasformazione in atto, con le opportunità e i rischi che comporta per la piazza economica svizzera, necessita di un ruolo più attivo da parte della Confederazione. Lo Stato deve migliorare il quadro normativo per i nuovi modelli aziendali, garantire stabilità, integrità e competitività internazionale nonché promuovere la sostenibilità e l’interconnessione della piazza finanziaria.

Nel rapporto il Consiglio federale definisce 12 settori di attività e le relative misure. Inoltre, incarica il Dipartimento federale delle finanze (DFF) di attuare queste misure nel 2022, in stretto coordinamento con la politica, le autorità, l’economia privata e il mondo scientifico. Le autorità devono quindi:

  1. creare un quadro normativo ottimale;
  2. fungere da interlocutrici attive nei confronti dei vari gruppi interessati (istituti finanziari, consumatori, fornitori, start-up innovative, imprese tecnologiche globali, mondo scientifico e gestori di reti decentralizzate) e all’occorrenza coordinarne i lavori;
  3. elaborare temi trasversali tenendo conto della competitività della piazza finanziaria svizzera e dei rischi cui è esposta, in particolare in ambiti quali l’utilizzo dei dati, i sistemi «cloud», la tecnologia di registro distribuito («distributed ledger technology»), la cibersicurezza, l’intelligenza artificiale, la tecnofinanza sostenibile («Green FinTech»), la dottrina e la ricerca.

Il Consiglio federale vede nella digitalizzazione del mercato finanziario un grande potenziale per la piazza economica svizzera. Nella seduta del 2 febbraio 2022 ha adottato il rapporto sulla finanza digitale, che mette in luce le opportunità e i rischi e definisce i settori che richiedono interventi concreti.

L’impiego delle nuove tecnologie genera nuovi prodotti e apre le porte del mercato finanziario a nuovi attori. In questo modo i processi diventano potenzialmente più efficienti, trasparenti e convenienti e si orientano maggiormente al cliente. La digitalizzazione comporta però anche nuovi rischi.

In Svizzera l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali è essenzialmente prerogativa dell’economia privata. Il processo di trasformazione in atto, con le opportunità e i rischi che comporta per la piazza economica svizzera, necessita di un ruolo più attivo da parte della Confederazione. Lo Stato deve migliorare il quadro normativo per i nuovi modelli aziendali, garantire stabilità, integrità e competitività internazionale nonché promuovere la sostenibilità e l’interconnessione della piazza finanziaria.

Nel rapporto il Consiglio federale definisce 12 settori di attività e le relative misure. Inoltre, incarica il Dipartimento federale delle finanze (DFF) di attuare queste misure nel 2022, in stretto coordinamento con la politica, le autorità, l’economia privata e il mondo scientifico. Le autorità devono quindi:

  1. creare un quadro normativo ottimale;
  2. fungere da interlocutrici attive nei confronti dei vari gruppi interessati (istituti finanziari, consumatori, fornitori, start-up innovative, imprese tecnologiche globali, mondo scientifico e gestori di reti decentralizzate) e all’occorrenza coordinarne i lavori;
  3. elaborare temi trasversali tenendo conto della competitività della piazza finanziaria svizzera e dei rischi cui è esposta, in particolare in ambiti quali l’utilizzo dei dati, i sistemi «cloud», la tecnologia di registro distribuito («distributed ledger technology»), la cibersicurezza, l’intelligenza artificiale, la tecnofinanza sostenibile («Green FinTech»), la dottrina e la ricerca.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

SP Color SA – l’arte di lasciare il cliente sempre soddisfatto

Crepe e muffe sono un problema tanto comune quanto stressante per i proprietari di...

Color Lux l’impresa di pittura che offre molteplici soluzioni

L’impresa Color Lux garantisce professionalità e serietà, questa magnifica azienda è specializzata in tinteggi...

Fashion Bistrot – Situato nella Coop di Sant’Antonino, pizzeria, cucina mediterranea, pranzo e caffetteria, aperitivi

Ottima location, cibi squisiti, attenzione verso il cliente e subito adiacente la Coop e...