La Commissione ha sentito alcuni rappresentanti del comitato dell’iniziativa popolare «Per il divieto di finanziare i produttori di materiale bellico» (19.038) e deciso di dare audizione, in occasione della sua prossima seduta, ad altre cerchie interessate. L’iniziativa mira a vietare il finanziamento di produttori di materiale bellico a livello internazionale. A tal fine prevede che venga vietato alla Banca nazionale svizzera, alle fondazioni e agli istituti della previdenza statale e professionale il finanziamento di imprese che realizzano oltre il cinque per cento della loro cifra d’affari annua con la fabbricazione di materiale bellico. Chiede inoltre che la Confederazione si adoperi a livello nazionale e internazionale affinché alle banche e alle assicurazioni si applichino condizioni analoghe. Il 14 giugno 2019 il Consiglio federale ha adottato il messaggio concernente l’iniziativa popolare, respingendo quest’ultima senza opporvi un controprogetto.

Presieduta dalla consigliera nazionale Ida Glanzmann-Hunkeler (PPD, LU), la Commissione si è riunita per la prima volta nella sua nuova composizione il 13 e 14 gennaio 2020 a Berna. A parte della seduta erano presenti il consigliere federale Guy Parmelin, capo del DEFR, la consigliera federale Viola Amherd, capo del DDPS, nonché la consigliera federale Karin Keller-Sutter, capo del DFGP. La Commissione è anche stata informata sulle priorità del DDPS e del DFGP per i prossimi anni.