Riceviamo e pubblichiamo questa foto, siamo in una aula di matematica del Liceo di Locarno (scuola pubblica) ed è comparso questo manifesto a sostegno dello “Sciopero femminista” in programma il prossimo 14 giugno.

C’è ne sarebbero molti altri appesi anche nei corridoi e non solo (eventualmente), in apposito albo dedicato alle comunicazioni.

A prescindere dal nobile diritto a manifestare, la scuola pubblica non dovrebbe restarne fuori? Ed è proprio questo che ci chiede un nostro indignato lettore.

Aggiornamento: riceviamo e pubblichiamo anche questa. Siamo sempre al Liceo di Locarno al corso di spagnolo ma i cartelli sono in italiano… La scuola non deve essere apartitica e neutrale?