Home GRIGIONI POLITICA La politica cantonale dei media assumerà maggiore importanza

La politica cantonale dei media assumerà maggiore importanza

In occasione della sua conferenza plenaria annuale tenutasi a Osterfingen (SH), la Conferenza dei Governi della Svizzera orientale si è occupata in maniera approfondita di questioni legate alla politica dei media. Un altro punto chiave della conferenza è stato lo scambio inerente le misure adottate a livello cantonale per contrastare i cambiamenti climatici e per adattarsi a questi ultimi. Inoltre i governi dei Cantoni della Svizzera orientale sono stati informati in merito alla denominazione della nuova scuola universitaria professionale della Svizzera orientale che si chiama Ost. 

I governi dei Cantoni della Svizzera orientale hanno discusso dell’evoluzione della politica dei media, segnatamente della concentrazione dei media e di come è cambiato l’uso dei mezzi di comunicazione. La discussione è stata incentrata sulla questione se e con quali misure sia possibile e opportuno promuovere media locali. Un’attività di informazione regionale equilibrata è di importanza fondamentale affinché il Popolo possa fare uso dei suoi diritti democratici e far fronte ai propri doveri in modo responsabile. La politica cantonale dei media però deve rispettare in qualsiasi momento la libertà di stampa. Per tale ragione, anche in futuro occorre rinunciare a una promozione diretta dei media. 

Gestire i cambiamenti climatici 

Un ulteriore punto chiave affrontato durante l’assemblea plenaria sono stati i cambiamenti climatici. Da un lato sono stati discussi i possibili campi d’azione della politica cantonale per possibili contromisure. Allo stesso tempo però si è anche discusso degli adattamenti ai cambiamenti climatici. A tale scopo si analizza in che modo sia possibile gestire i cambiamenti climatici già manifestatisi e quelli ancora attesi. In tale contesto occorre ridurre i rischi e sfruttare le opportunità. Praticamente in tutti i settori politici risultano opportune misure di adeguamento ai cambiamenti climatici. In diversi Cantoni della Svizzera orientale esistono già o sono in fase di elaborazione strategie di adeguamento ai cambiamenti climatici. 

La scuola universitaria professionale della Svizzera orientale si chiama Ost 
La conferenza designata degli enti responsabili della nuova scuola universitaria professionale ha scelto una nuova denominazione per la scuola come segnale per l’inizio di una nuova era: Ost con l’aggiunta “Ostschweizer Fachhochschule”. La nuova denominazione Ost intende esprimere il radicamento in tutta la Svizzera orientale e nel Principato del Liechtenstein. A partire dal 1° settembre 2020, con l’avvio dell’attività operativa della nuova scuola, tutte e tre le sedi di Rapperswil, San Gallo e Buchs porteranno la denominazione uniforme “Ost”. Già il 15 febbraio 2019 la conferenza designata degli enti responsabili della nuova scuola universitaria professionale aveva approvato la convenzione degli enti responsabili. 

Inoltre l’ORK si è detta convinta che congiuntamente all’evoluzione positiva legata all’accreditamento autonomo da parte dell’UTE di Coira la Svizzera orientale venga ulteriormente rafforzata come piazza formativa, economica e di ricerca. 

La Conferenza dei Governi della Svizzera orientale (ORK) è costituita dai Cantoni di Glarona, Sciaffusa, Appenzello Esterno, Appenzello Interno, San Gallo, Grigioni e Turgovia. Il Cantone di Zurigo e il Principato del Liechtenstein sono membri associati.