Berna, 10.04.2019 – Il presidente della Confederazione Ueli Maurer, il consigliere federale Guy Parmelin e Thomas Jordan, presidente della Direzione generale della Banca nazionale svizzera (BNS), saranno dal 12 al 13 aprile 2019 a Washington per prendere parte al vertice di primavera congiunto del Fondo monetario internazionale (FMI) e del Gruppo Banca Mondiale (GBM).

In seno al comitato direttivo del FMI, i ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali discuteranno in merito alle sfide di politica economica e alle relative conseguenze per il FMI.

La Svizzera sostiene il ruolo importante del FMI, atto a garantire un sistema finanziario, monetario e commerciale stabile e trasparente, e intende supportare l’accordo, in fase di delineazione, su una riforma degli strumenti del FMI e del diritto di voto dei suoi membri. Inoltre, continua ad adoperarsi per rafforzare la resilienza dell’economia e per attuare riforme volte a incentivare la crescita.

Il Comitato per lo sviluppo della Banca mondiale tratterà nello specifico l’attuazione dell’aumento di capitale, deciso di recente. La Svizzera accoglie positivamente gli sforzi del GBM finalizzati a promuovere le possibilità della digitalizzazione a favore dei Paesi in via di sviluppo, fornendo a questi ultimi anche un aiuto finanziario: a Washington il consigliere federale Guy Parmelin, in veste di governatore svizzero presso la Banca mondiale, sosterrà in particolare un progetto che consente alla popolazione e alle imprese dell’Asia centrale di accedere a servizi finanziari.

Il vertice sarà preceduto da un incontro tra i ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali del G20, al quale parteciperanno anche il presidente della Confederazione Ueli Maurer e il presidente della BNS Thomas Jordan. Tra i temi all’ordine del giorno rientrano il problema del crescente isolamento dei mercati finanziari, l’imposizione delle imprese in un’economia sempre più digitalizzata e la garanzia di qualità e sostenibilità per quanto riguarda gli investimenti infrastrutturali.