Pubblicità

Con la nuova maggioranza, la Commissione dell’ambiente del Consiglio nazionale ha migliorato la legge sul CO2 e l’ha approvata a grande maggioranza. Il fondo per il clima si concretizza: esso garantirà il finanziamento di progetti innovativi e il risanamento degli edifici. La CAPTE-N desidera inoltre che i fondi raccolti dalla tassa sui biglietti d’aereo vengano investiti nello sviluppo di combustibili rinnovabili per l’aviazione. In questo modo la Svizzera potrà avere un ruolo di primo piano nei voli neutrali per il CO2 – una proposta che i verdi liberali hanno avanzato già lo scorso anno.

I verdi liberali si rallegrano della nuova dinamica nella Commissione dell’ambiente del Consiglio nazionale (CAPTE-N). Finalmente c’è una base per ottenere passi concreti a favore della protezione del clima. La tassa sui biglietti d’aereo è un piccolo, ma importante passo. I verdi liberali chiedono chiaramente che la Svizzera assuma un ruolo di guida a livello internazionale con l’introduzione di una tassa globale sul clima. Questa tassa sul clima dovrà essere sufficientemente alta da avere un vero effetto. Molto resta quindi da fare. La Svizzera è ancora lontana da raggiungere i suoi obiettivi di politica climatica.

Cool Down 2040

La strategia «Cool down 2040» dei Verdi Liberali traccia la strada verso una Svizzera rinnovabile: la tassa sul clima crea gli incentivi giusti, i rimborsi derivanti dalla redistribuzione premiano invece le condotte virtuose. Quartieri e edifici si trasformeranno in centrali elettriche intelligenti. Per il 2040 sulla rete stradale circoleranno solo veicoli ad energia rinnovabile. E con investimenti mirati nei centri di ricerca della Svizzera e l’accesso completo al mercato europeo, la Svizzera diventerà il paese numero uno per le tecnologie pulite.

Pubblicità