Il secondo trimestre del 2019 registra un nuovo calo del valore complessivo delle transazioni immobiliari: questo risultato è dovuto agli andamenti negativi che riguardano le PPP e i fondi edificati. Resta invece sostanzialmente stabile il numero complessivo di operazioni.

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il numero complessivo di
transazioni immobiliari è restato pressoché invariato e si assesta a 1.127 movimenti: questo si traduce in una lieve flessione, dello 0,7% (-8 unità). Le
PPP e i fondi non edificati totalizzano rispettivamente 511 e 160 transazioni, pari a diminuzioni del 5,2% (-28 unità) e 3,6% (-6 unità). È invece positivo il risultato dei fondi edificati, che con 456 movimenti registra un incremento del 6,0% (+26 unità).

Come il primo, anche il secondo trimestre del 2019 registra una diminuzione del volume complessivo delle transazioni immobiliari, che totalizzano 905,9 milioni di franchi: 127,3 milioni in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-12,3%). Questo risultato è dovuto all’andamento negativo per quanto concerne le PPP e i fondi edificati, che totalizzano rispettivamente 390,0 milioni di franchi (-16,3% ; -76,0 milioni) e 477,5 milioni di franchi (-10,3%; -55,1 milioni). Solamente i fondi non edificati mostrano un andamento positivo e nel complesso raggiungono i 38,3 milioni di franchi (+11,0%; +3,8 milioni).

Pubblicità