SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Ogni anno i cittadini stranieri residenti in Svizzera trasferiscono all’estero parecchi miliardi di Fr. Le stime al proposito variano. Come ha precisato il Consiglio federale nella sua presa di posizione sul postulato 17.3066, nel 2015 i soldi trasferiti nel paese d’origine dagli immigrati in Svizzera venivano valutati tra i 7 e gli 8.6 miliardi di Fr (calcoli basati sul numero di stranieri residenti nel nostro Paese). Si ritiene che oltre un quarto di questa cifra, ossia oltre 2 miliardi, venga trasferito al di fuori degli Stati OCSE.

In questa stima non sono compresi eventuali versamenti effettuati da stranieri che non sono considerati come lavoratori, in particolare quelli a carico dell’assistenza sociale. Il sospetto è evidentemente che anche una parte di questi aiuti sociali venga inviata all’estero: ciò costituirebbe una beffa ai danni dei contribuenti elvetici ed implicherebbe un obbligo di revisione al ribasso di tali contributi. Il CF non ha voluto approfondire questo tema richiamandosi alla difficoltà dell’operazione ed alla mancanza di dati.

Di recente il governo italiano ha da parte sua stimato a 5.5 miliardi di euro all’anno i trasferimenti all’estero. L’80% di questo flusso avrebbe come destinazione dei paesi extraeuropei. L’intenzione del governo italiano è quella di prelevare un 1.5% da questo 80%, ciò che porterebbe nelle casse pubbliche italiane 62 milioni di euro all’anno.

Una soluzione analoga sarebbe interessante anche per la Svizzera; le entrate che ne deriverebbero potrebbero essere utilizzate per finanziare misure a sostegno dell’occupazione dei cittadini svizzeri, specie nelle regioni più sfavorite, a partire da quelle di frontiera, il cui mercato del lavoro è compromesso a causa della libera circolazione delle persone.

Chiedo al CF:

– È intenzione del CF valutare la nuova proposta del governo italiano di tassare i soldi trasferiti all’estero dagli immigrati nell’ottica di una possibile applicazione anche in Svizzera?

Lorenzo Quadri
Consigliere nazionale
Lega dei Ticinesi