La Città di Lugano è pronta a introdurre a partire dal 1. ottobre un progetto pilota per il servizio di ritiro a domicilio delle principali tipologie di rifiuti prodotte nelle economie domestiche, in collaborazione con l’associazione Saetta Verde. Il servizio – che sarà testato per un anno – è dedicato a una fascia di popolazione più in difficoltà e sarà inizialmente riservato ai quartieri di Besso, Molino Nuovo e Viganello.

Dopo l’entrata in vigore della tassa sul sacco, lo scorso 1. gennaio, il Municipio ha messo in atto una serie di misure accompagnatorie: dall’estensione degli orari d’apertura degli ecocentri ai progetti pilota relativi alla raccolta dei flaconi in polietilene (PE) e degli scarti da cucina. Ora la Città è pronta per dare luce verde a un altro progetto pilota: il servizio gratuito di ritiro a domicilio delle principali tipologie di rifiuti prodotte nelle economie domestiche, destinato a sostenere una fascia di popolazione più in difficoltà. In particolare, il servizio si rivolge a persone con problemi motori e/o in età avanzata, la cui condizione finanziaria è limitata.

Con il supporto dell’associazione Saetta Verde, Lugano propone quindi a partire dal 1. ottobre e per la durata di un anno, un servizio di raccolta del sacco ufficiale rosso, della carta, delle bottiglie di vetro, dell’alluminio, della latta e delle pile presso le abitazioni dei cittadini più fragili. Il trasporto dei rifiuti ai punti di raccolta e di smaltimento sarà effettuato per mezzo di biciclette elettriche dotate di un pianale per il trasporto, con attenzione alla sostenibilità ambientale. Il progetto pilota ha anche una valenza economica, poiché favorisce il riciclo consentendo di ridurre i costi di smaltimento. I quartieri coinvolti sono al momento Besso, Molino Nuovo e Viganello (a eccezione di Viganello Alta e Albonago), un’area cittadina densamente popolata dove sarà possibile testare il sistema e raccogliere una serie di dati utili agli sviluppi futuri.

I cittadini interessati al servizio possono annunciarsi a partire da oggi alla Divisione Spazi urbani (T. 058 866 73 11), che valuterà le richieste e trasmetterà le coordinate del cittadino a Saetta Verde, che si organizzerà in base a giri prestabiliti (appuntamento fisso o servizio puntuale). La popolazione bisognosa beneficerà del servizio gratuitamente. Il resto della popolazione e le attività economiche potranno anch’esse usufruire, a pagamento, del servizio di raccolta di Saetta Verde.

Saetta Verde, che persegue l’obiettivo di integrare ai trasporti sostenibili anche una componente sociale, si occuperà del ritiro e dello smaltimento dei rifiuti attivando persone con difficoltà di inserimento professionale. La collaborazione con l’associazione rientra nei progetti a sostegno dell’occupazione della Città di Lugano.