FrenchGermanItalian

Il Consiglio federale intende potenziare la competitività delle PMI svizzere e delle regioni

- Google NEWS -

Nell’ambito della promozione della piazza economica il Consiglio federale punta a concentrarsi ancora di più sulle PMI svizzere e sulle regioni. Inoltre, dovranno essere valorizzati i temi dello «sviluppo sostenibile» e della «digitalizzazione». Il 25 gennaio 2023 il Consiglio federale ha approvato il relativo messaggio per gli anni 2024-2027. Per l’attuazione degli obiettivi sono state formulate 23 attività concrete. Complessivamente è previsto un investimento di 646 milioni di franchi.

Con il messaggio concernente la promozione della piazza economica negli anni 2024-2027, il Consiglio federale sviluppa ulteriormente le basi strategiche della promozione della piazza economica della Confederazione. Con la promozione della piazza economica negli anni 2024-2027 persegue i seguenti cinque obiettivi: migliorare le condizioni quadro per le PMI, rafforzare le regioni, contribuire allo sviluppo sostenibile, sfruttare le opportunità offerte dalla digitalizzazione nonché rendere più attraenti la piazza economica e quella turistica. Rispetto al periodo 2020-2023, lo sviluppo sostenibile e la digitalizzazione acquisiranno maggiore importanza. Inoltre, la promozione della piazza economica sarà orientata ancora più nettamente sulle necessità dei principali gruppi target: le PMI e le regioni. Per l’attuazione degli obiettivi, nei prossimi anni la SECO e le organizzazioni incaricate (cooperative di fideiussione, Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni, Società svizzera di credito alberghiero, Svizzera Turismo, Switzerland Global Enterprise) hanno definito 23 attività concrete. L’attuazione avviene in parte in collaborazione con i Cantoni e con altri partner.

Le priorità della promozione della piazza economica

Per quanto concerne la politica per le PMI la priorità risiede nel potenziamento di EasyGov.swiss, lo sportello unico di Confederazione, Cantoni e Comuni per le imprese, che può contribuire in modo decisivo a sgravare le imprese a livello amministrativo. Nel periodo 2024-2027 le prestazioni di EasyGov dovranno vedere un’ulteriore espansione, per rispondere al fabbisogno delle imprese di maggiori prestazioni elettroniche da parte delle autorità. Nell’ambito del potenziamento di EasyGov è ad esempio previsto di offrire alle imprese una procedura unificata per il trasferimento di un’impresa (modifica dell’indirizzo). Pianificato è anche un ulteriore ampliamento nell’ambito delle notifiche e dei permessi per le imprese secondo il diritto degli stranieri.

Per quanto concerne la politica del turismo, le priorità a livello di contenuto risiedono nell’ulteriore promozione degli investimenti, nello sviluppo sostenibile nonché nella trasformazione digitale del turismo. Negli anni 2024-2027, un’altra priorità è rappresentata dalla realizzazione del Recovery Plan per il rilancio del turismo svizzero, che punta a contrastare le ripercussioni della pandemia di COVID-19.

Il 2024 segna l’inizio del terzo Programma pluriennale della durata di otto anni per la Nuova politica regionale (2024-2031). Le priorità di promozione tematiche finora attive («industria» e «turismo») saranno portate avanti. Per quanto concerne i temi trasversali, particolare importanza sarà data, oltre alla digitalizzazione, soprattutto allo sviluppo sostenibile e all’«economia locale», che integra l’orientamento alle esportazioni della NPR.

Infine, l’offerta a sostegno dell’economia d’esportazione, ad esempio in relazione a questioni riguardanti il commercio e in particolare all’accesso di esportatori svizzeri a importanti progetti infrastrutturali esteri, dovrà essere ulteriormente sviluppata a seconda delle necessità e ampliare la formula del «Team Switzerland». Così varie associazioni, servizi federali, Switzerland Global Enterprise e l’Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni svolgono sempre più spesso attività di promozione comuni all’estero, indirizzate tra l’altro a imprese generali che realizzano grandi progetti infrastrutturali. Nei mercati importanti sono identificate ulteriori opportunità commerciali.

Crediti d’impegno e limiti di spesa

Per portare avanti e sviluppare ulteriormente gli strumenti della promozione della piazza economica, il Consiglio federale chiede al Parlamento per gli anni 2024-2027 di stanziare crediti d’impegno e limiti di spesa per un importo complessivo di 428,83 milioni di franchi. Per gli anni 2020-2023 era disponibile un importo di circa 399 milioni di franchi. A ciò si aggiunge un limite di spesa per costituire il Fondo per lo sviluppo regionale negli anni 2024-2031 per un importo di 217,3 milioni di franchi (-12,7 mio. fr. rispetto al precedente periodo 2016-2023).

La realizzazione della promozione della piazza economica avviene mediante gli strumenti della politica per le PMI, della politica del turismo, della Nuova politica regionale (NPR) nonché della promozione dell’economia esterna.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

JDH NEGOZIO DI EXTENSIONS CAPELLI: DALLA PASSIONE AL BUSINESS

La titolare dell’attività JDH SALONE DI EXTENSIONS CAPELLI, la Sig.ra Judita Rupsyte, ha deciso...

Fisioart – Lo studio di fisioterapia che mette al centro dell’attenzione il benessere dei pazienti

Il recupero fisico dopo un incidente, un infortunio o un'operazione chirurgica richiede grande dedizione...

Lores Auto Sagl – l’importanza di rivolgersi a professionisti

Capita spesso che l’automobile si rompa o sia necessario sostituirne qualche pezzo. Se non...