FrenchGermanItalian

LÜGAN AL DÉV VÉS LÜGAN di Margherita Sulmoni, Candidata 50 Lista 2 PLR al CC di Lugano

- Google NEWS -

A sa capis pü nagot: se capita cusè in via Monte Boglia? Ai vöran fa diventà la nostra Lügan ‘na specie da Los Angeles. Cent cò, cent crapp. Mi a sum uriginaria dal Mendrisiott e anca se in vint ann che a stu chi da cà a Lügan, a sum ‘na persona semplice e questa roba chì la ma fa risciàa sü la pell dal ventru. Pensava la füs ‘na truvada da quei paciügacarta, invece no, a l’è propri vera, a gh’é anca in gir i carteloni. Ul partii che l’ha sempru dii da vés tacaa alla gent, ai nost tradiziun al nost teritori, mò al ma met lì che al vör trasfurmà la nosta bela Lügan in un “agglomerato urbano” incasutaa cumè Los Angeles; ma sem dré a da fö da matt, indua vörum na a finii? Ma ul “Cuin biund” che g’han giò in municipi se na pensa? L’è mia pusibil che vün, che ga l’ha sü cun quii che riva da 15 km da chì, mò al vöra sumeagh ai ‘merican. Ul “Gigi da Viganell” pö al ciamarem cum’è? Louis of Tinybeam? Secund mi, in un mument inscì delicaa, indua che gh’em giò tut i urécc a dundun, a duaresum vés anmò püsee ünii, sentì da fa part da queicos da bel, impurtant e ünich, mia nà a ciapà cume esempi un siit che al g’ha mia un’identità sua e i zon dala città a in ben delimitaa vüna da l’altra indua sa lasa nà i ropp cumè i van.

Già a sém finii sül giurnal cum’è vün di post püsee traficàa dal mund; e questi chi a ma vann a cata scià vüna di città püsé inquinaa e mal urganizaa in dala gestiun dal trafich, indua ai g’han nanca un tram, ma gh’è dumà strad, autostrad, senza piant e ga vör quatr’ur par fa poch metar in machina. A devum putenzià, invece ul “trasporto pubblico” par fa sì che ga sia in gir men machin che incasotan sü la città. Nüm liberai (Liberali-Radicali) a vorüm ‘nà in quela direziun, e vistu che par nüm, tut i cittadini devan vés trataa ala stésa manéra parchè a fém part tüt dal stéss cumün, a sém a favur d’una tariffa di trasporto unitaria par tüt e quanti, a devum pagà tüt ul stess prézi cumè una zona sola.

A sa dév sbasà ul smog, diminüì l’inquinament che l’è deleteri par la salüt e la qualità da vita, bisögna fa sü di cà in manéra “ecosostenibile” e creà dal’energia néta, questa l’è la direziun da ciapà.
Los Angeles l’è mia dumaa qual che sa véd in di cinema. Qui gent lì ai g’han mia ‘na cultüra, üna tradiziun, l’è un insema da sit isulaa. A vörum dabun fa diventà la nosta bela Lügan che a sentum in dal cör in una roba inscì? Nüm dal PLR a vörum valurizà tüt i quartier, dagh l’atenziun

alla Gluevalley (Valcola) cumè ala zona da Barbie (Barbengh), cumè tüt i gli altri zon, mia dumà ala Downtown che la và da piaza Riforma alla via Nassa. A vörum che ul vegétt o la sciura dal picul o grant quartier a podan na fö da cà e truvà anmò quela bela realtà da paes indua gh’è di servizi e sa poda incuntras e scambià dò parol cun ul visin da cà, indua gh’è in gir i fiöö a giügà. A l’è fundamental che tüt i person g’abian la giusta cunsideraziun. Par nüm l’è impurtant, par esempi, mantegnì ul picul neguziett e valurizà i nuclei; mia glubalizà tücos e trasfurmà tüt cumè se füs un “megastore”.
Par carità, sum mia dré dì da turnà indré ala Lügan da cent’an fa, a devüm disedass, na innanz e prugredì püsée svelt che in presa, par mia restà indré; svilüpà di prugett che crean lavur e danée, ma tegnì da cünt la nostra bela cultüra e identità, che l’è la nosta forza, perché Lügan l’è sempar Lügan e la g’ha mia da nà a cata scià realtà luntan, che ga c’entran un bel nagott cun nüm, anzi a duaresum, cun ümiltà, diventà nüm da esempi par gli altri. Forza Lügan, Lugano che sei la più bella; alla riscossa!

traduzione in italiano)

LUGANO DEVE ESSERE LUGANO

Non si capisce più nulla. Cosa sta succedendo in via Monte Boglia? Vogliono fare diventare Lugano una sorta di Los Angeles. Ognuno ha le proprie idee. Io sono originaria del Mendrisiotto e anche se sono vent’anni che abito a Lugano, sono una persona semplice e questa notizia mi fa rabbrividire. Pensavo fosse una trovata di qualche giornalista, invece no, è proprio vero, ci sono per strada i cartelloni. Attualmente, il partito che ha sempre enfatizzato di essere vicino alla gente, alle nostre tradizioni, alle nostre terre, afferma di volere trasformare la nostra bella Lugano in un agglomerato urbano caotico come Los Angeles; ma stiamo impazzendo. Dove vogliamo andare a parare? Il biondo Codino, che li rappresenta in Municipio, cosa ne pensa? Non sembra plausibile che un politico, che lotta

contro chi arriva da 15 km da Lugano, adesso voglia assomigliare al popolo americano. Come chiameremo poi il “Gigi da Viganello”? Louis of Tinybeam? Secondo il mio parere, in un momento così delicato, in cui siamo tutti alquanto abbattuti dalla situazione, dovremmo essere ancora più uniti, favorire il fatto di sentirci parte di un insieme edificante, stimolante e unico e non andare a imitare un luogo in cui non esiste un’identità propria, i quartieri sono divisi l’uno dall’altro e ognuno è abbandonato a sé stesso.
I giornali hanno recentemente pubblicato che siamo tra le città più trafficate al mondo, e questi signori, con la loro campagna, vogliono ispirarsi ad una delle città maggiormente inquinate e ingorgate dal traffico, dove non esistono che strade, autostrade, spazi senza alberi e ci vogliono 4 ore per avanzare di pochi metri in auto. Noi dobbiamo invece potenziare il trasporto pubblico per ridurre il traffico che intasa la città. Come liberali-radicali vogliamo procedere in questa direzione, e, dato che per noi tutti i cittadini devono essere considerati egualmente perché viviamo tutti nello stesso comune, siamo favorevoli all’introduzione di una tariffa di trasporto unitario; dobbiamo pagare tutti lo stesso prezzo, come se Lugano fosse tutta una sola zona.
È indispensabile che si abbassino i tassi di smog, che si riduca l’inquinamento, tanto nefasto per la salute e la qualità di vità, bisogna orientarsi verso edifici ecosostenibili che creano energia pulita; questa è la sola direzione da percorrere.
Los Angeles non è solo quella che ci perviene attraverso le immagini che vediamo nei film. Quella realtà ha una cultura inesistente, non ha una tradizione, è un insieme di quartieri ghettizati. Vogliamo davvero che la nostra bella Lugano, che tutti noi abbiamo nel cuore, si tramuti in qualcosa di questo tipo? Noi del PLR intendiamo valorizzare i quartieri, dare attenzione alla Gluevalley (Valcolla) quanto alla zona di Barbie (Barbengo), come pure a tutti gli altri quartieri e non focalizzarci solo sulla Downtown che va da piazza Riforma alla via Nassa. Desideriamo che l’anziano o la signora che abitano nel piccolo o grande quartiere, possano ritrovare quel calore dato dalla realtà umana di paese, in cui ci siano dei servizi e ci si possa incontrare e condividere dei momenti, mentre i ragazzini giocano. È fondamentale che a tutte le persone venga data la dovuta considerazione. Per il nostro partito è di primaria rilevanza, ad esempio, dare spazio a dei piccoli negozi, allo sviluppo dei nuclei potenziandone le loro caratteristiche e non andare nella direzione di voler globalizzare il tutto in stile megastore. Lungi da me l’idea di voler fossilizzare Lugano a quella di cento anni fa, anzi è opportuno che interveniamo celermente e immediatamente, per non restare fuori dal progresso; sviluppare dei progetti che creino nuovi posti di lavoro e che facciano rifiorire l’economia. Dobbiamo tuttavia prendere come punto di partenza la nostra identità, il nostro essere, che sono i nostri punti di forza sui quali costruire il futuro, perché Lugano è sempre Lugano e non deve ricorrere a trasformazioni e identificazioni snaturanti, prendendo spunto da realtà lontane dalla nostra. Dovremo con umiltà, puntare a divenire l’esempio per gli altri. Forza Lugano, Lugano che sei la più bella; alla riscossa!

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Ticinocolor – Il punto di riferimento di imbianchini e ditte edili

Il lavoro di imbiancatura e tinteggiatura deve essere effettuato con grande maestria, con una...

Studio chiropratico di Dr. M. Noseda: professionalità e disponibilità al servizio dei pazienti

Una postura scorretta può causare non pochi dolori per le persone che ne soffrono....

Caseificio Töira – Solo prodotti di qualità

Sebbene tutti vogliamo la qualità, spesso non sappiamo dove cercarla. Non parliamo solo di...