Il congedo per i lavoratori comunali neo-papà passa da 3 a 20 giorni dopo la mozione comunista.

Lunedì 22 giugno si è tenuta la prima seduta di consiglio comunale a Gordola dopo il periodo di lockdown. Fra le altre trattande è stata messa ai voti la mozione presentata da Alberto Togni, consigliere comunale del Partito Comunista e dai co-firmatari del gruppo “Alternativa Gordola” che chiedeva l’estensione del congedo paternità per i dipendenti comunali a 20 giorni dagli attuali 3. Contro il parere del Municipio la mozione è stata accolta dai consigliere comunali!

Dopo la prima vittoria a Bellinzona, dove il nostro consigliere comunale Alessandro Lucchini ha fatto da apripista con la medesima proposta, i comunisti ottengono così un’altra vittoria in ambito sociale a favore dei lavoratori neo-papà.

Il Partito Comunista si felicita inoltre con il proprio rappresentante Alberto Togni che è stato eletto come vicepresidente del consiglio comunale di Gordola.