FrenchGermanItalian

Cassa pensione e Consiglieri di Stato: i partiti di maggioranza agiscano, altrimenti sarà iniziativa popolare

- Google NEWS -

Il Gruppo socialista in Gran Consiglio chiede che i partiti di maggioranza si determinino riguardo all’assoggettamento dei Consiglieri di Stato alla Cassa pensione affinché la questione venga risolta una volta per tutte entro la fine della legislatura. Nel caso contrario, il PS proporrà alla base di lanciare un’iniziativa popolare peraltro già pronta.

Di fronte all’inazione e alla passività dei partiti di maggioranza rispetto all’assoggettamento dei Consiglieri di Stato alla Cassa pensione così come avviene per tutti i dipendenti dello Stato, per cui il Partito Socialista ha reiteratamente chiesto che fosse trovata una soluzione una volta per tutte, il Gruppo Socialista non è più disposto ad attendere oltre. Il Capogruppo PS Ivo Durisch ha perciò chiesto che i partiti di maggioranza si determinino sulla questione nelle prossime due settimane, affinché questa annosa questione venga risolta entro la fine di questa legislatura.

Il Gruppo socialista al Gran Consiglio ha più volte ribadito di essere risoluto a decidere sulla questione – anche perché il decreto del 2015 sul passaggio dei Consiglieri di Stato alla cassa pensione ordinaria andava attuato entro il 2016 e ad oggi è rimasto senza seguito – senza che dai partiti di maggioranza sia giunto un solo segnale positivo in questo senso.

Visto che l’attesa riguardo alla questione dell’assoggettamento dei Consiglieri di Stato alla Cassa pensione ha oltrepassato i limiti, nel caso in cui i partiti di maggioranza decidessero di rimandare il tutto alla prossima legislatura il Partito Socialista proporrà alla base del partito di lanciare un’iniziativa popolare, peraltro già pronta. Un’iniziativa che chiederà di abrogare il regime previdenziale speciale dei Consiglieri di Stato, di affiliare i consiglieri di Stato all’Istituto di previdenza del Canton Ticino, di adattare l’indennità di uscita a fine mandato di un Consigliere di Stato al modello in vigore per i magistrati qualora non intervenga il pensionamento e di valutare la revisione della retribuzione dei Consiglieri di Stato, tenendo comunque conto di un rapporto massimo di 1:10 tra il salario minimo dell’Amministrazione cantonale e quello del Consigliere di Stato.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Ellebi Sagl: professionalità ed esperienza nei servizi di copisteria

Anche se viviamo ormai in un’epoca digitale, in moltissimi casi è necessario riportare su...

ARTE ESTETICA A Pollegio – IL POSTO DOVE SENTIRSI COCCOLATI

Se avete bisogno di ritrovare voi stessi, di godervi un momento di puro relax...

BOLLIGER & TANZI SA: TRASLOCHI, TRASPORTI E DEPOSITI D’ECCELLENZA DAL 1916

Il Sig. Alfredo Tanzi nel lontano 1916 ha dato vita alla sua adorata società...