La Piattaforma di dialogo Cantone-Comuni ha tenuto oggi la terza seduta ordinaria del 2019 – la 51. dalla sua costituzione – alla presenza del Consiglio di Stato, accompagnato dal capo della Sezione enti locali, e dei rappresentanti dei Comuni ticinesi.

L’Associazione dei Comuni ticinesi ha anzitutto segnalato l’auspicio, espresso da numerosi Municipi, che sia intensificata la condivisione di informazioni e decisioni fra enti locali e Cantone, in linea con quanto previsto dalla riforma «Ticino 2020». Il Consiglio di Stato ha preso atto della comunicazione e confermato la volontà di rispettare lo spirito del progetto di revisione dei rapporti istituzionali, che prosegue secondo il programma concordato.
Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport ha in seguito orientato la Piattaforma sulle modifiche di legge che riguardano la scuola dell’obbligo, con le quali il Consiglio di Stato intende migliorare le condizioni di insegnamento e apprendimento. Sono stati in particolare illustrati gli effetti della riduzione del numero massimo di allievi per sezione, nella scuola elementare, e della generalizzazione della figura del docente di appoggio nella scuola dell’infanzia. I rappresentanti dei Comuni hanno preso atto delle informazioni ricevute e espresso la volontà di approfondire il previsto impatto finanziario e logistico legato all’incremento del numero di sezioni nelle scuole elementari.

Cantone e Comuni hanno concordato che sarà organizzata un’informazione diretta alla Conferenza dei direttori degli istituti comunali. Il Dipartimento della sanità e della socialità ha poi presentato lo stato della pianificazione delle attività a favore degli anziani per il periodo 2021/2030, ricordando che per la prima volta è previsto un progetto che integra tutte le politiche cantonali legate alla terza età; il documento dovrebbe essere allestito entro il dicembre del 2020. È prevista la creazione di un gruppo di accompagnamento che vedrà coinvolti i Comuni e gli enti interessati. In merito al pacchetto sociale che sarà abbinato alla riforma cantonale della fiscalità, è stato invece anticipato che sono allo studio misure a favore delle famiglie, del reinserimento delle persone a beneficio dell’assistenza sociale e nell’ambito dei sussidi per la riduzione dei premi dell’assicurazione malattia. L’intento del Governo è di allestire il messaggio entro il mese di ottobre.

Il Dipartimento del territorio ha in seguito informato sullo sviluppo dei piani d’emergenza comunali, un nuovo strumento che permette di gestire in modo ottimale la risposta ai pericoli naturali. I Comuni saranno coinvolti in un programma di formazione che permetterà ai Municipi di istituire i Presidi territoriali, gli organismi locali incaricati di coordinare la risposta a situazioni di emergenza; i prossimi corsi prenderanno il via nel mese di ottobre.

Il Dipartimento delle istituzioni ha infine comunicato che dal mese di ottobre sarà sperimentato il nuovo sistema digitale di trasmissione dei dati sulle contravvenzioni stradali, che aggiornerà le modalità di comunicazione fra la polizia cantonale e i corpi comunali.
La Piattaforma ha infine concordato il calendario delle riunioni per il 2020. La prossima seduta è prevista per mercoledì 20 novembre.