Ferrara, Martinenghi e Speziali: “Ecco cosa ci ha spinto a candidarci e che PLR vogliamo”.

La Commissione cerca per la presidenza del PLRT ha presentato al Comitato cantonale riunito al Palazzo dei Congressi i tre candidati a sostituire Bixio Caprara alla guida del partito: Natalia Ferrara, Emilio Martinenghi e Alessandro Speziali hanno così avuto modo di prendere la parola davanti al “Parlamentino” liberale radicale per spiegare i motivi che li hanno spinti a correre per la presidenza.

Natalia Ferrara: un PLR forte, fiero e fantasioso

“In questa società liquida, in questo marasma politico, contraddistinto dalla decadenza di valori e dall’assenza di riferimenti, serve un partito liberale radicale ancor più solido. Un PLRT forte, fiero, e, perché no, anche fantasioso. Responsabile e capace di sorprendere. Popolare e non populista, ossia che sappia parlare a tutte e a tutti con la forza degli argomenti, non della propaganda”.

Emilio Martinenghi: recuperiamo chi si è allontanato dal PLR

“Una sana autocritica è un elemento da cui partire, ove ci si deve interrogare con onestà sulle ragioni della costante perdita di consensi. Il partito può contare su persone e strutture, in particolare le sezioni, che ne compongono l’ossatura. Si tratta ora di recuperare molti amici che come me sono rimasti lontani o si sono allontanati. Si tratta di riavvicinare persone e personalità, mostrando loro il lavoro che si può e si deve fare per il nostro Paese”.

Alessandro Speziali: voglio un PLR “laboratorio”

“Questo partito deve tornare a essere un laboratorio di pensiero politico, leale con il gruppo parlamentare e il Consigliere di Stato, ma indipendente nella sua proposta politica, nel senso più edificante del termine. Una vivacità che richiede una squadra complementare al presidente e al di fuori delle logiche parlamentari”.

L’elezione si terrà al Congresso in agenda il 22 novembre prossimo all’Espocentro di Bellinzona. Un avvicinamento che sarà anche contraddistinto da 4 “Roadshow” nelle varie regioni del Cantone in cui i tre candidati potranno presentarsi e conoscere più da vicino le differenti realtà locali.

Scopri QUI i profili dei tre candidati.

Oltre ad esprimere il suo apprezzamento per i tre candidati alla sua successione, il presidente Bixio Caprara nel suo intervento iniziale ha informato il Comitato cantonale anche sull’esito del sondaggio svolto nella base del partito. Oltre 1000 cittadini che condividono i valori liberali radicali di libertà, coesione e progresso hanno risposto al questionario. “Nel sondaggio rilevo alcune priorità: l’invito rivolto al partito di volersi focalizzare sui nostri punti di forza come la formazione e la creazione di posti di lavoro grazie al rilancio economico; l’apprezzamento dei gruppi di lavoro tematici quali officina di idee capaci di coinvolgere la base per elaborare proposte qualificate per migliorare il paese; il lancio di progetti di riforme strutturali innovative per la digitalizzazione dei servizi e per la previdenza vecchiaia e, infine, il miglioramento della comunicazione con un deciso rafforzamento della presenza sui media digitali”. I risultati dettagliati del sondaggio “Progetto di rilancio PLRT” saranno resi pubblici nei prossimi giorni.

Posizioni del Comitato cantonale sui temi in votazione il prossimo 29 novembre

NO all’iniziativa “Per imprese responsabili”

NO all’iniziativa “Per il divieto di finanziare i produttori di materiale bellico”.