Pubblicità

Il Consiglio federale vuole armonizzare maggiormente la legge federale sulle prestazioni di sicurezza private fornite all’estero (LPSP) con la legge sul controllo dei beni a duplice impiego (LBDI) e la legge sul materiale bellico (LMB). Nella seduta del 12 febbraio 2020, ha incaricato in questo senso il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) e il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), basandosi anche sul rapporto di un gruppo di lavoro interdipartimentale (GLID).

Oltre ad armonizzare l’interpretazione delle leggi, l’Esecutivo intende rivedere l’ordinanza relativa all’LPSP. Nel corso del 2020, il DFAE e il DFGP sottoporranno al Consiglio federale una revisione dell’ordinanza nella quale saranno definiti più precisamente i termini seguenti: sostegno logistico, consulenza o formazione a personale delle forze armate o di sicurezza e gestione e manutenzione di sistemi d’arma.

Nell’ordinanza sarà introdotto un meccanismo di consultazione con il DEFR analogo a quello previsto per l’ordinanza sul materiale bellico e l’ordinanza sul controllo dei beni a duplice impiego. L’ordinanza stabilirà inoltre che, in caso di opinioni divergenti delle autorità o di importanti implicazioni politiche, la questione sarà sottoposta per decisione al Consiglio federale.

Efficacia della revisione: esame dopo tre anni

Il DFAE e il DFGP, in collaborazione con il DEFR e il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), verificheranno l’efficacia delle modifiche tre anni dopo la loro introduzione e presenteranno un rapporto all’Esecutivo proponendo, se necessario, i miglioramenti opportuni.

Oltre a queste misure proposte dal GLID per migliorare la coerenza tra le basi giuridiche esistenti, il Consiglio federale ha dato anche incarico di valutare la necessità di sottoporre a revisione l’LPSP.

L’Esecutivo ritiene che la combinazione di misure a breve e medio termine sia una soluzione efficace per ottenere miglioramenti rapidi in questo settore così importante per l’export e per la politica di sicurezza.

Il GLID ha chiarito il margine d’azione e formulato proposte

Su incarico del DFAE e del DEFR, il 21 febbraio 2019 è stato istituito il GLID LPSP/LMB/LBDI composto di rappresentanti del DFAE, del DEFR, del DFGP e del DDPS. Il suo mandato era analizzare le analogie e le differenze tra i criteri di divieto e di autorizzazione nelle diverse basi giuridiche, determinare il margine di manovra disponibile e formulare proposte concrete di soluzione nell’ambito della LPSP.

Il GLID ha concluso i lavori alla fine del 2019 e ha presentato un rapporto ai capi dei dipartimenti DFAE e DEFR. Il Consiglio federale ha preso atto del rapporto nella sua seduta del 29 gennaio 2020.

Pubblicità