Il 24 e 25 ottobre 2019 i presidenti dei Parlamenti dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa s’incontreranno al Palazzo d’Europa di Strasburgo. In veste di presidente dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, la consigliera agli Stati Liliane Maury Pasquier aprirà questo incontro insieme alla neoeletta segretaria generale del Consiglio d’Europa, Marija Pejčinović Burić.

L’ordine del giorno di questa Conferenza dei presidenti dei Parlamenti europei, che si tiene ogni due anni, prevede la discussione dei seguenti tre temi:

Sullo sfondo dei festeggiamenti per il 70° anniversario dell’istituzione del Consiglio d’Europa, la prima discussione è dedicata al tema «La nostra casa comune europea: i prossimi 70 anni». In veste di relatrice principale la presidente del Consiglio nazionale Marina Carobbio Guscetti aprirà la discussione su questo tema.

Sul secondo tema («L’attuazione del programma ONU 2030 e dei suoi obiettivi di sviluppo sostenibile: il contributo dei Parlamenti») per la Svizzera si esprimerà Hans Stöckli che, in qualità di vicepresidente, rappresenta il Consiglio degli Stati a questa Conferenza.

Il terzo tema della Conferenza s’intitola «Donne in politica e nei dibattiti pubblici: quale ruolo possono rivestire i Parlamenti nazionali nella lotta contro l’incremento delle molestie e delle espressioni di odio nei confronti delle donne attive in politica e nei Parlamenti?». In questo dibattito prenderà nuovamente la parola la presidente del Consiglio nazionale Carobbio Guscetti.

Il vertice dei presidenti dei Parlamenti provenienti dall’ampio spazio paneuropeo del Consiglio d’Europa offre sempre anche un’ottima occasione per contatti bilaterali e colloqui informali fra politici di rilievo dello spazio europeo.

La presidente del Consiglio nazionale e il primo vicepresidente del Consiglio degli Stati saranno accompagnati a Strasburgo dal segretario generale dell’Assemblea federale Philippe Schwab che, durante il primo giorno della Conferenza, rappresenterà la Svizzera all’incontro dei segretari generali dei Parlamenti europei.