SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Berna, 22.09.2021 – In occasione di un evento di alto livello a margine del dibattito generale della 76a sessione dell’Assemblea generale dell’ONU, Ignazio Cassis – capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) – si è impegnato ad aumentare di 1 milione di dollari il contributo della Svizzera in favore dell’aiuto umanitario nello Yemen.

L’incontro odierno, organizzato a margine del dibattito generale della 76a sessione dell’Assemblea generale dell’ONU a New York e a seguito della conferenza dei donatori sulla crisi umanitaria nello Yemen di marzo 2021, ha riunito tutti gli attori interessati e ha permesso ancora una volta di porre l’accento sugli enormi bisogni umanitari in questa regione del mondo. La riunione è stata co-presieduta da Svezia, Unione europea e Svizzera. Ignazio Cassis ha rinnovato il suo appello al rispetto del diritto internazionale umanitario, sottolineando la necessità di garantire un accesso umanitario sicuro e senza ostacoli e sostenendo gli sforzi di pace condotti dall’ONU.

«Da quando ci siamo visti l’ultima volta, sei mesi fa, è stato fatto molto», ha affermato il capo del DFAE. «Sono state salvate molte vite, in gran parte grazie al vostro sostegno. Tuttavia, la situazione rimane precaria e oggi voi avete l’opportunità di cambiare la vita di milioni di donne, uomini, bambine e bambini yemeniti», ha concluso.

La più grave crisi umanitaria del mondo
Dallo scoppio dei conflitti armati nel 2015, la situazione nello Yemen rappresenta la peggiore crisi umanitaria del mondo: oltre 20 milioni di persone, pari al 70 per cento della popolazione yemenita, hanno bisogno di assistenza umanitaria. Sul Paese grava inoltre un problema migratorio di vasta portata, con 3,6 milioni di sfollati interni e un impatto devastante sulla situazione sanitaria e alimentare nonché sulla formazione scolastica.

Oltre ai 14 milioni di franchi già impegnati, la Svizzera aumenterà di 1 milione di dollari il suo contributo per far fronte alla crisi umanitaria. Dal 2017 a oggi la Svizzera ha versato 71 milioni di franchi per l’aiuto umanitario nello Yemen. L’impegno della Svizzera in questo Paese si concentra sul settore dell’acqua e delle reti idrico-fognarie, sulla sicurezza alimentare e sulla protezione della popolazione civile.