Sportive e sportivi sono stati ricevuti dal Municipio nella tradizionale cerimonia comunale, in cui è stato conferito anche il primo riconoscimento civico allo stilista losonese Rafael Kouto 

Sembrava essere ormai destinata a saltare la cerimonia di consegna dei riconoscimenti al merito civico e sportivo 2019 del Comune di Losone. L’incontro era previsto a marzo di quest’anno, ma le avvisaglie dell’emergenza sanitaria aveva convinto le autorità comunali ad annullare preventivamente l’evento ancora prima dell’inizio del confinamento.

Tuttavia, nonostante le difficoltà e i rinvii, finalmente giovedì 15 ottobre al Centro La Torre di Losone si è potuto svolgere la cerimonia con tutte le debite misure protettive. Un evento ufficiale che è ormai entrato nel calendario losonese ed è un punto di riferimento per le sportive, gli sportivi e le società. Quest’anno la cerimonia si è, inoltre, arricchita di un nuovo riconoscimento, che contribuisce a meglio esprimere il proposito stesso di questa ricorrenza. 

A partire dal 2019 è stato introdotto il riconoscimento al merito civico. Sono, infatti, tante le persone che a Losone si impegnano, oltre che nello sport, anche nel campo della cultura, dell’ambiente, dell’economia o con iniziative di carattere sociale.

La cerimonia comunale di Losone non è una premiazione, ma un momento simbolico in cui il Municipio offre un riconoscimento pubblico a nome del Comune a quelle persone e società che durante l’anno si sono distinte nei principali ambiti della società. È il riconoscimento del contributo che ognuno può dare alla comunità impegnandosi per continuare a migliorare.

L’impegno sportivo

Giovedì sera le sportive e gli sportivi provvisti di mascherine sono stati accolti dal saluto di benvenuto del sindaco Corrado Bianda che ha inaugurato l’evento ufficiale. “Nonostante la situazione difficile, – ha commentato Corrado Bianda – il Municipio ha voluto mantenere questo incontro, perché ritiene importante poter incontrare quei giovani che, grazie a rinunce e sacrifici, riescono a raggiungere gli obiettivi che si sono posti.”

Il sindaco ha, quindi, dato la parola a Fausto Fornera, Capodicastero Sport e Tempo libero che ha invitato, una dopo l’altro, le sportive e gli sportivi sul palco del Centro La Torre per consegnare loro il simbolico riconoscimento comunale. 

Introducendo la cerimonia, Fornera, oltre a riconoscere i particolari meriti sportivi degli atleti losonesi, ha voluto sottolineare l’importanza dell’attività sportiva anche a livello di promozione attiva della salute pubblica, un tema che in questo particolare momento storico riveste ancor più rilevanza.

I riconoscimenti hanno spaziato tra le discipline più disparate: Fabio Pasinetti nel tiro sportivo, Kimi Bertolotti nel tennis da tavolo, Nicole Pagani nello sci, Emma Mecic nel nuoto, Samuele Iaconi nel Triathlon insieme ai suoi compagni di squadra Sébastien Brunner e Raffaele Madonna della TriUnion, Samuele Löwen nel karate, Claudine Albisetti e Gian Vetterli nell’atletica, Jonathan Fornera, Jan Torti e Jomar Pallua nel disco su ghiaccio.

Inoltre, il Municipio ha voluto assegnare anche dei riconoscimenti speciali ad Aila e Keiya Bellotti nel karate e al capitano Franco Pini e ai suoi compagni della squadra di golf Seniori Over 60: Aurelio Pasini, Nino Conca, Nicola Lauber.

Moda equa e sostenibile con Rafael Kouto

Infine, ha chiuso la cerimonia Alfredo Soldati, Capodicastero Cultura ed Eventi, che ha conferito allo stilista Rafael Kouto il primo riconoscimento civico di Losone, l’opera di Paolo Grassi ispirata al Modulor di Le Corbusier. 

“Il Municipio si è trovato unanime nel conferire questo primo riconoscimento a Rafael – ha spiegato Alfredo Soldati. – Il suo impegno a favore di una moda più equa e sostenibile è particolarmente attuale. La sua capacità di trasformare quelli che molti reputano solo materiale di scarto in nuovi capi d’abbigliamento di altissima qualità lo rende un’ispirazione per tutti.”

Rafael Kouto è stato premiato per due anni consecutivi, nel 2018 e nel 2019, ai Premi svizzeri di design 2019. Sempre nello stesso anno in Italia gli sono stati conferiti due altri premi all’ITS – International Talent Support, il Diesel Award e il Lotto Sport Award. Le sue collezioni si caratterizzano per essere “Re-Made in Switzerland”, capi unici realizzati con abiti e tessuti riciclati con la tecnica definita upcycling, il riciclo creativo.

“Ci sono tantissime persone meritevoli a Losone, di cui magari sappiamo poco – ha osservato Alfredo Soldati. – Il riconoscimento al merito civico è un’occasione per dare risalto al loro impegno. Le candidature per il 2020 sono già aperte e invitiamo tutta la popolazione ha segnalare le nuove e i nuovi candidati.”