Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) comunica che il Consigliere di Stato Manuele Bertoli ha reso visita oggi all’Istituto scolastico comunale di Biasca e alla scuola media di Giubiasco, incontrando rappresentanti dell’autorità politica, i direttori di sede, alcuni docenti, una sezione inclusiva di scuola elementare e alcune classi di scuola media.

Questa doppia visita, che segue alle visite avvenute nelle scorse settimane agli istituti scolastici comunali di Serravalle e Mendrisio, è stata voluta dal Consigliere di Stato Bertoli per toccare con mano la situazione effettiva di una scuola media e di una sede di scuola comunale che promuove esperienze inclusive, ascoltando direttamente da chi è sul territorio come è stata vissuta la scuola a distanza e come si sta vivendo e affrontando concretamente l’attuale rientro a una diversa normalità scolastica. Queste analisi e riflessioni sono utili ad arricchire l’elaborazione della proposta concernente i possibili scenari per la riapertura delle scuole a settembre, che saranno a breve messi in consultazione e poi ulteriormente elaborati nel corso di giugno e luglio.

La visita presso l’istituto scolastico di Biasca, che vanta una tradizione di inclusione di allievi con bisogni educativi speciali nelle classi regolari, ha permesso di affrontare l’importante tema dell’accompagnamento dei bambini con bisogni educativi particolari. Il direttore del DECS Manuele Bertoli ha incontrato gli allievi di una classe inclusiva, il capo dicastero scuole di Biasca Cefis, il segretario comunale Rossetti, il direttore dell’istituto scolastico De Nando, la vicedirettrice Canepa, la direttrice delle scuole speciali del sopraceneri Imberti, il caposezione della pedagogia speciale Mengoni e diversi rappresentanti dei docenti.

Nel corso della visita presso la scuola media di Giubiasco il Consigliere di Stato Bertoli ha invece incontrato gli allievi di alcune classi, il direttore Fregni, il vicedirettore Malinverno, alcuni membri del consiglio di direzione e diversi docenti.