SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

In seguito al riscontro positivo conseguito con le prime serate sulle politiche giovanili, l’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (UFaG) del Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) organizza una terza serata di approfondimento sul tema in Ticino. L’evento vuole promuovere lo sviluppo delle politiche giovanili a livello comunale e intercomunale.

L’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani del Cantone Ticino ha avviato nel 2017 il progetto triennale di aggiornamento e rafforzamento delle politiche giovanili, sostenuto anche dall’Ufficio federale delle assicurazioni sociali, coinvolgendo numerosi partner pubblici e privati. Nell’ambito del progetto sono organizzate diverse
attività nel campo dell’informazione, della formazione, dell’animazione e della prevenzione; maggiori informazioni sono contenute sulla pagina web www.ti.ch/infogiovani nella sezione dedicata alle «Politiche giovanili».

L’evento «Terza serata sulle politiche giovanili – Comuni e giovani: come sviluppare progetti comunali. Idee, strumenti, finanziamenti» si rivolge soprattutto a municipali, consiglieri comunali, operatori sociali e collaboratori comunali ed avrà luogo:
mercoledì, 4 settembre
dalle 20.15 (accoglienza e aperitivo dalle 19.30)
a Rivera
Centro Rehoboth Rivera (Stabile Lagacci, Via Stazione).

Nel corso della serata i rappresentanti di DOJ/AFAJ (Associazione mantello svizzera per l’animazione socioculturale dell’infanzia e della gioventù) presenteranno “Quali-tool”, strumento a supporto degli operatori comunali, nonché i professionisti dell’animazione e i loro committenti nello sviluppo della qualità e nella valutazione di progetti già esistenti.
Saranno inoltre presentate la Campagna di sensibilizzazione promossa dal Dipartimento della sanità e della socialità per il trentesimo della Convenzione ONU sui diritti del fanciullo e l’iniziativa UNICEF “Comune amico dei bambini”. All’evento parteciperà anche il Consigliere di Stato Raffaele De Rosa che porterà il saluto delle autorità cantonali. Per
questioni logistiche, è consigliata l’iscrizione.