SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Nel quadro dell’attuazione della Strategia nazionale per la sorveglianza, la prevenzione e la lotta contro le infezioni nosocomiali (NOSO), coordinata dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), Swissnoso ha elaborato, con il sostegno della Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori cantonali della sanità (CDS) e di H+ Gli ospedali svizzeri, requisiti strutturali minimi e uniformi per gli ospedali svizzeri per cure acute. L’obiettivo è migliorare la prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza.

L’applicazione di standard nazionali uniformi e scientificamente fondati è indispensabile per ottimizzare la prevenzione e il controllo delle infezioni correlate all’assistenza (ICA) negli ospedali. A questo scopo Swissnoso, in collaborazione con le società specializzate interessate, ha elaborato requisiti strutturali minimi per gli ospedali per cure acute, come previsto dalla strategia nazionale NOSO.

Questi requisiti coprono diversi campi, come la messa a disposizione di direttive di igiene e di prevenzione aggiornate e il controllo della loro attuazione, l’accesso a dispositivi e materiali di protezione appropriati, l’organizzazione e la formazione di collaboratori e team specializzati in igiene ospedaliera nonché la sorveglianza delle infezioni e l’analisi di dati, tutti settori in cui Swissnoso raccomanda l’attuazione integrale dei requisiti.

Se, da un lato, queste misure sono in parte già implementate, dall’altro esiste una certa eterogeneità nella loro attuazione, lacuna cui bisogna porre rimedio. I piccoli e i grandi istituti conoscono inoltre realtà differenti in termini di organizzazione e costi. Swissnoso tiene conto di queste differenze nei suoi standard, che possono essere integrati nelle convenzioni sulla qualità stipulate tra le federazioni di fornitori di prestazioni e quelle degli assicuratori.

L’UFSP, la CDS e H+ Gli ospedali svizzeri riconoscono l’importanza di questi requisiti minimi nazionali per una lotta efficace alle infezioni nosocomiali e raccomandano ai Cantoni e agli ospedali di attuarli.