FrenchGermanItalian

Studio sul problema dei senzatetto in Svizzera

- Google NEWS -

Nel nostro Paese si stima che 2200 persone vivano per strada o in dormitori o strutture di accoglienza notturna e che circa 8000 rischino di perdere il proprio alloggio. I Cantoni riconoscono la propria responsabilità per quanto riguarda la prevenzione e il contrasto del fenomeno. Sono questi alcuni dei dati che emergono da uno studio sul problema dei senzatetto in Svizzera condotto dalla Hochschule für Soziale Arbeit Nordwestschweiz (FHNW) per conto dell’Ufficio federale delle abitazioni (UFAB).

In che modo i Cantoni, le città e i Comuni affrontano il problema dei senzatetto? Cosa fanno per evitare che le persone perdano il proprio alloggio? Per rispondere a queste domande gli autori dello studio hanno dapprima intervistato i rappresentanti dei Cantoni e in seguito quelli dei Comuni tramite un sondaggio online che ha interessato tutta la Svizzera. L’ampia partecipazione (22 Cantoni su 26 e 616 Comuni ovvero il 28% del totale) ha permesso di tracciare un quadro omogeneo e rappresentativo.

Problema più sentito nelle città e negli agglomerati Il problema dei senzatetto è particolarmente sentito nelle grandi città e negli agglomerati di grandi dimensioni, mentre il rischio di perdere il proprio alloggio si riscontra soprattutto nei Comuni che fungono da centri per le aree rurali. Tra i motivi che portano le persone a vivere per strada vengono spesso citati i debiti e le dipendenze da alcol e droghe, anche se non mancano i problemi sociali e quelli legati al contesto migratorio.

Sebbene i Cantoni e i Comuni che hanno partecipato al sondaggio riconoscano la competenza dello Stato per quanto riguarda la prevenzione e il contrasto del fenomeno, a livello locale le modalità operative sono molto eterogenee perché a seconda del Cantone o del Comune il problema viene affrontato con strumenti politici differenti. Spesso il problema viene gestito dalle strutture sociali e del soccorso d’emergenza, il che presuppone che le persone bisognose di aiuto si siano annunciate agli uffici competenti. La presenza di un sistema di assistenza unico incaricato di coordinare il lavoro rimane un’eccezione.

Necessari ulteriori dati
La scarsità di ricerche sul fenomeno dei senzatetto in Svizzera fa sì che i dati disponibili siano alquanto lacunosi. Per questo gli autori dello studio raccomandano di raccogliere ulteriori dati, di istituire un monitoraggio che consenta di analizzare e definire il problema nelle sue diverse forme e di elaborare un quadro di riferimento a livello nazionale. Inoltre, suggeriscono di rafforzare la collaborazione a tutti i livelli e di valutare l’elaborazione di una strategia per l’offerta di alloggi che permetta ai senzatetto di accedere più facilmente a soluzioni abitative a lungo termine.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Servizi di costruzione, manutenzione e miglioramenti di stabili? C’è chi di edilizia se ne intende!

Galli Fabio studio tecnico è una ditta individuale che opera nel settore da molti...

Un ritrovo per il pesce a Soazza. Ma non solo… Ristorante San Martino

Un ritrovo per il pesce a Soazza. Ma non solo… Il Ristorante San Martino a...

DEPOSITO E LOGISTICA SVIZZERA – Organizziamo i vostri trasporti in modo funzionale e senza complicazioni

DEPOSITO E LOGISTICA TICINO. LA NOSTRA AZIENDA... Pone a servizio della clientela la sua grande...