FrenchGermanItalian

Malagestione dei castelli è malagestione di Bellinzona?

- Google NEWS -

(il Municipio si nasconde dietro l’audit invece di migliorare l’accesso ai castelli?)

La MULTIREVISIONE SA ha certificato ufficialmente che i Castelli di Bellinzona sono malgestiti, cioè presentano “grosse lacune nella gestione”, per usare le parole esatte dell’audit.

Soltanto a Bellinzona (fra tutte le città del mondo che ospitano Castelli) si riesce a gestire in deficit tre Castelli che sono patrimonio dell’UNESCO!

Il Municipio deve riferire immediatamente nelle prossima seduta del Consiglio comunale come mai ha avuto bisogno di un Audit esterno per accorgersi che da anni la gestione dei castelli di Bellinzona fa acqua da tutte le parti.

Tutti i cittadini del Cantone e di Bellinzona vedono che i Castelli sono affidati all’oscuro potere di burocrati comunali e cantonali in eterna lotta tra di loro.
Sono noti infatti i conflitti di potere e di orgoglio tra gli uffici del Cantone proprietario dei Castelli e l’Organizzazione turistica regionale del Bellinzonese e Alto Ticino (OTR) che ne ha la responsabilità.

Questi conflitti paralizzano ogni iniziativa proposta da esterni.

Qualsiasi privato che chiede di utilizzare la struttura dei castelli per manifestazioni pubbliche redditizie (culturali e non) vede le sue iniziative insabbiate o respinte dopo mesi senza nessuna seria motivazione (“le pagode rovinano il prato”; “i servizi igienici non sono abbastanza capienti…”; etc).

Il Consiglio di Stato, in risposta alla leghista Leila Guscio, ha dovuto ammettere che
· CHF 100’0000 di perdita sono dovuti ai costi del personale
· CHF 145’000 di perdita sono dovuti ai deficit delle esposizioni.
Preoccupa l’intervista recente del Sindaco che vuole scaricare il barile su una ipotetica futura Fondazione di gestione (nella quale – possiamo star sicuri – entreranno i soliti noti porta voti con poche idee), in modo da potersene lavare le mani.

Per questo chiediamo:

· Come mai il Municipio si accorge solo ora che i Castelli di Bellinzona sono mal gestiti?

· Il fatto che il costo del personale conduce a una perdita di CHF 100’000 anziché essere fonte di entrate (come in qualsiasi azienda privata) non è la prova dell’esistenza di rendite di posizione parassitarie, e di una gestione pigra e clientelare dei manieri?

· Il fatto che le esposizioni abbiano condotto a una perdita di CHF 145’000, allorquando in tutto il mondo i musei traboccano di spettatori, non è testimonianza di incapacità di organizzazione e di menefreghismo nel controllo delle manifestazioni secondo il motto decidere controllare e correggere?

· Il Municipio è a conoscenza della mancanza di una procedura semplice per richiedere in affitto i castelli da parte di esterni e dell’assenza di una procedura di risposta rapida e oggettiva (e non basta sui capricci di qualche burocrate?)

· Il Municipio è al corrente che i siti internet delle strutture culturali del bellinzonesi non sono regolarmente messi a giorno e che ai visitatori non viene mai data immediata risposta?

· Il Municipio ha già deciso di scaricare i Castelli a una Fondazione invece di darsi da fare per gestirli in modo redditizio?

Tuto Rossi
Consigliere comunale Bellinzona

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

FLORART LUGANO – Una passione lunga più di 25 anni

Regalare un fiore è sempre un bel gesto. Non è però sempre facile trasmettere...

Michele Zambetti. Siamo pronti ad ogni evenienza, per ogni tipo di muro

Cambiare il mondo un colore alla volta... L'impresa di pittura Zambetti Michele in Locarno è...

A.T. Coperture SA: una casa protetta per una qualità di vita migliore

Passiamo molto del nostro tempo all’interno della nostra abitazione: e per questo vogliamo che...