In questi ultimi giorni, molti abitanti della Svizzera hanno ricevuto una pubblicità loro indirizzata personalmente, a favore dell’iniziativa per la limitazione. L’UDC parte dall’ipotesi che questa azione sia stata lanciata da avversari politici che cercano chiaramente di nuocere all’iniziativa per la limitazione. UDC Svizzera ha quindi sporto oggi una denuncia penale contro ignoti presso la polizia cantonale bernese.

Una distribuzione di lettere ha seriamente esasperato in questi giorni numerosi abitanti della Svizzera. Il messaggio è addirittura stato indirizzato a persone defunte. All’interno della busta c’era un foglio con il logo della campagna a favore dell’iniziativa per la limitazione. La lettera è stata inviata tramite “Deutsche Post”.

UDC Svizzera e la direzione della campagna a favore dell’iniziativa per la limitazione si distanziano formalmente da questa lettera. Al contrario, l’UDC è convinta che gli autori siano degli avversari politici. L’obiettivo è di screditare l’UDC e nuocere all’iniziativa per la limitazione.

L’UDC condanna senza riserve questo detestabile modo d’agire

L’UDC condanna senza riserve questo detestabile modo d’agire e comprende la collera e il disagio dei destinatari. I consiglieri nazionali Marcel Dettling e Esther Friedli hanno perciò deciso, in nome della direzione della campagna a favore dell’iniziativa per la limitazione, di sporgere denuncia contro ignoti presso la polizia cantonale bernese, per danni alla reputazione.

Il contenuto di questa lettera non corrisponde agli stampati della campagna ufficiale dell’UDC (tranne il logo che è disponibile dappertutto). È evidente che l’UDC non spedisce la propria corrispondenza tramite la posta tedesca, ma ricorre nella misura del possibile a un’azienda elvetica, nella fattispecie alla Posta svizzera. L’UDC è pure scandalizzata dall’invio di corrispondenza a persone decedute.

La direzione nazionale della campagna a favore dell’iniziativa per la limitazione procede a due tipi d’invio, che non sono indirizzati personalmente:

  • L’«Edizione straordinaria» che è stata inviata a fine agosto a tutte le economie domestiche svizzere. La sua distribuzione è stata assicurata dalla Posta svizzera. È pure possibile sponsorizzare una distribuzione di volantini tramite il sito Internet www.volantino-ovunque.ch. Anche questi stampati sono distribuiti via Posta svizzera.