La ticinese Masaba ha deciso di affidare la tostatura del suo caffè a persone con handicap della Fondazione Orte zum Leben, la più importante del Canton Argovia, che contribuiranno alla produzione di un caffè di alta qualità 

Lugano, 25 settembre 2020 – Il caffè ticinese Masaba Coffee ha deciso di affidare la tostatura del suo caffè a persone con handicap, con una nuova stimolante collaborazione con la Fondazione Orte zum Leben, la maggiore del Canton Argovia. Da questa collaborazione è nata una nuova linea di caffè, Masaba Foundation. L’impiego di persone con disabilità nel processo di tostatura e confezionamento del caffè contribuisce alla loro integrazione professionale. È la prima volta in Svizzera che una torrefazione decide di affidare la produzione a persone con disabilità.

Per produrre un caffè tanto particolare, Masaba Coffee ha anche coinvolto uno dei migliori tostatori al mondo, Paolo Scimone, che ha messo a punto delle miscele di alta qualità.

La tostatura avviene in modo artigianale, garantendo la massima cura e freschezza del caffè. Anziché seguire la tendenza industriale a centralizzare e automatizzare, Masaba ha scommesso sulla produzione artigianale. Sono questi straordinari operatori portatori di handicap a seguire la tostatura dei grani, a pesare il caffè, confezionarlo nei pacchetti, apporre l’etichetta, e provvedere a inserire i pacchetti nelle scatole per la spedizione. Mansioni apparentemente semplici, ma che richiedono tanta attenzione e precisione e che, soprattutto, inseriscono in un processo produttivo di qualità e in una filiera logistica tante persone che possono così esprimersi in un lavoro utile e interessante.

L’accordo con Orte zum Leben conferma la vocazione sociale innovativa di Masaba Coffee, che punta su idee guida di valorizzazione del territorio, di decentralizzazione e d’integrazione professionale delle persone con disabilità, che sono alla base di questo progetto.