FrenchGermanItalian

24 ore su 24 le notizie politiche del Canton Ticino e della Svizzera

Editoriale redatto da giornalisti iscritti al Registro FIG e accreditati presso il Consiglio di Stato del Canton Ticino.

Nuova legge sugli strumenti di tortura: controlli più severi sul commercio transfrontaliero

- Pubblicità -

Il Consiglio federale ha adottato il messaggio riguardante la legge sugli strumenti di tortura, al fine di intensificare i controlli sul commercio transfrontaliero di beni utilizzabili per la pena di morte o la tortura. Questa decisione, presa il 29 settembre 2023, ha portato all’invio del messaggio al Parlamento per l’approvazione.

La legge sugli strumenti di tortura è stata introdotta per rispettare la raccomandazione del Consiglio d’Europa del 31 marzo 2021, che riguarda il controllo dei beni che possono essere utilizzati per la tortura o la pena di morte. Tale raccomandazione si basa principalmente sul regolamento anti-tortura dell’Unione europea del 2005, noto come “Regolamento relativo al commercio di determinati beni che potrebbero essere utilizzati per la pena di morte, la tortura o altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti”.

La nuova legge vieta l’importazione, l’esportazione e il transito dei beni che sono esclusivamente destinati alla pena di morte, alla tortura o ad altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti. È inoltre vietata la fornitura di assistenza tecnica e la pubblicità correlata a tali beni.

D’altra parte, i beni che possono essere utilizzati per gli scopi sopra citati ma che hanno anche altri utilizzi saranno soggetti a un nuovo obbligo di autorizzazione, che si applica anche all’assistenza tecnica e ai servizi di mediazione ad essi correlati.

Inoltre, il controllo sull’esportazione dei farmaci utilizzabili per le esecuzioni capitali non sarà più regolato dalla legge sugli agenti terapeutici (LATer, RS 812.21), ma sarà disciplinato dalla nuova legge. Anche la fornitura di assistenza tecnica o servizi di mediazione relativi a tali farmaci richiederà una nuova autorizzazione.

Il Consiglio federale ha approvato anche il rapporto sulla consultazione riguardante la nuova legge, che si è conclusa il 31 gennaio 2023. È possibile consultare le opinioni ricevute all’indirizzo: Procedure di consultazione concluse – 2023 (https://www.fedlex.admin.ch/it/consultation-procedures/ended/2023).

- Pubblicità -

CH PRESS LIVE

- Pubblicità -

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

AMBROSINI SAGL: ATTIVITÀ ULTRACENTENARIA, DAL 1914

Quando si parla di AMBROSINI SAGL, ci si riferisce ad una storia lontana, che...

FASCINO ANIMALE: LA TOELETTATURA DEL CUORE

Quando la titolare Dorota, di origine polacca, oltre 30 anni orsono, si è trasferita...

Storexperticino: il comfort dell’ombra

Per quanto possa essere piacevole esporsi alla luce del sole, si ha necessità dell’ombra...

- Pubblicità -