FrenchGermanItalian

24 ore su 24 le notizie politiche del Canton Ticino e della Svizzera

Editoriale redatto da giornalisti iscritti al Registro FIG e accreditati presso il Consiglio di Stato del Canton Ticino.

Ordinanza sugli autoveicoli: il Consiglio federale svizzero annuncia la creazione di maggiore certezza nell’interpretazione della legge sui cartelli nel mercato automobilistico

- Pubblicità -

Il Consiglio federale svizzero ha annunciato l’emanazione dell’ordinanza sugli autoveicoli, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2024. L’ordinanza sulla valutazione degli accordi verticali alla luce delle disposizioni in materia di concorrenza nel settore del commercio di autoveicoli mira a creare maggiore certezza nell’interpretazione della legge sui cartelli nel mercato automobilistico e a impedire sia gli accordi che hanno degli effetti nocivi sulla concorrenza sia un isolamento del mercato automobilistico svizzero.

La mozione 18.3898 Pfister, accolta dal Parlamento il 14 marzo 2022, ha chiesto al Consiglio federale di garantire, attraverso una regolamentazione vincolante, l’effettiva applicazione della comunicazione della Commissione della concorrenza (COMCO) riguardante la valutazione degli accordi verticali alla luce delle disposizioni in materia di concorrenza nel settore del commercio di autoveicoli (Comunicazione autoveicoli, ComAuto). Le regole di questa comunicazione confluiranno quindi in un’ordinanza.

La ComAuto indica in modo trasparente alle imprese interessate quali forme di accordi in materia di concorrenza nel mercato automobilistico tra imprese attive a diversi livelli di mercato sono considerate intralci qualitativamente gravi alla concorrenza. La ComAuto è valida fino al 31 dicembre 2023 e verrà sostituita dall’ordinanza del Consiglio federale sugli autoveicoli dal 1° gennaio 2024. Le regole dell’attuale ComAuto saranno trasposte nell’ordinanza senza sostanziali modifiche contenutistiche.

Per aiutare gli operatori del mercato a interpretare correttamente la legge sui cartelli (LCart), la COMCO e il Consiglio federale possono emanare rispettivamente comunicazioni e ordinanze. Le comunicazioni della COMCO illustrano, a scopo orientativo, la sua prassi di applicazione della LCart ma non hanno alcun effetto vincolante sui tribunali amministrativi e civili. Le ordinanze del Consiglio federale, invece, sono vincolanti non solo per la COMCO ma anche per i tribunali.

L’ordinanza sugli autoveicoli tutela la concorrenza nel mercato automobilistico svizzero e mira a impedire gli accordi che hanno degli effetti nocivi sulla concorrenza e l’isolamento del mercato automobilistico svizzero. La creazione di maggiore certezza nell’interpretazione della legge sui cartelli nel settore automobilistico è fondamentale per garantire una concorrenza leale e un mercato aperto.

- Pubblicità -

CH PRESS LIVE

- Pubblicità -

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

ESTETICA PRISCA BIANCHI-BIGNASCA DI VIGANELLO: LA TUA OASI DI BENESSERE E BELLEZZA!

Prisca è una professionista nel campo dell'estetica ed ha aperto il suo salone di...

L’ESSENZA DELLA TRADIZIONE TICINESE: LA MACELLERIA SALUMERIA GALLI DI TESSERETE

Nel cuore del Ticino, tra le verdi valli e le montagne che disegnano l'orizzonte,...

- Pubblicità -