FrenchGermanItalian

24 ore su 24 le notizie politiche del Canton Ticino e della Svizzera

Editoriale redatto da giornalisti iscritti al Registro FIG e accreditati presso il Consiglio di Stato del Canton Ticino.

Più italiano oltre i confini cantonali: come la lingua nazionale in Svizzera viene valorizzata e salvaguardata

- Pubblicità -

La lingua italiana rappresenta un patrimonio culturale di grande valore in Svizzera, dove è riconosciuta come lingua nazionale. La sua presenza e la sua visibilità sono fondamentali per la sua salvaguardia e valorizzazione. In questo senso, la piattaforma web “Più italiano”, a cura della Divisione della cultura e degli studi universitari (DCSU), si impegna a promuovere la diffusione della lingua italiana oltre i confini cantonali.

La piattaforma “Più italiano” offre agli utenti una serie di incontri, scambi e condivisione di informazioni, attraverso convegni, progetti e soggiorni linguistici per studenti e scolaresche. Queste attività consentono di mantenere e arricchire il patrimonio culturale svizzero-italiano, favorendo scambi e conoscenze tra le diverse regioni linguistiche.

In queste settimane, sono in allestimento numerosi progetti che mirano a promuovere la lingua italiana in Svizzera. Tra questi, la Settimana della Svizzera italiana (SSI), promossa dalla DCSU tramite l’Ufficio del sostegno alla cultura, rappresenta un’importante occasione di incontro per gli studenti tra i 14 e i 18 anni. Durante la SSI, i giovani avranno l’opportunità di avvicinarsi alla lingua italiana con il kit “Italiano Subito”, impartito da docenti del Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), nonché di partecipare a diverse attività.

Dal 2 al 6 ottobre prossimo, è prevista un’edizione della SSI nel Canton Uri, alla Kantonalemittelschule di Altdorf, durante la quale i giovani potranno persino cimentarsi nella poetica musicale del rap con Patrick Fresca e immergersi nel magico mondo della settima arte grazie al laboratorio appositamente organizzato per loro in Ticino dal Locarno Film Festival. Da gennaio, sempre compatibilmente coi differenti calendari scolastici nazionali, la Settimana della Svizzera italiana si trasferirà nei cantoni di Basilea e Ginevra.

La formula della SSI è dinamica e intuitiva: coinvolgere i giovani alla quotidianità del patrimonio culturale elvetico, grazie ad attività e temi d’attualità che possano trasformarsi in opportunità. In questo modo, la lingua diviene un ponte culturale tra le diverse regioni linguistiche.

Un altro evento importante per la promozione della lingua italiana in Svizzera è rappresentato dagli eventi e incontri “Zurigo in italiano”, in programma nella città sulla Limmat da inizio ottobre a metà dicembre. Per l’occasione, la DCSU, tramite l’Ufficio dell’analisi e del patrimonio culturale digitale (UAPCD), proporrà mercoledì 29 novembre la conferenza “Dalla guida al parco: mediazioni dei patrimoni letterari” con la partecipazione di Stanislao de Marsanich, presidente dell’organizzazione I Parchi Letterari che promuove la loro presenza e diffusione in Italia e all’estero.

La promozione della lingua italiana in Svizzera rappresenta un impegno costante per la DCSU. Attraverso la piattaforma “Più italiano”, gli studenti e gli utenti possono avvicinarsi alla cultura svizzero-italiana in modo dinamico ed efficace.

- Pubblicità -

CH PRESS LIVE

- Pubblicità -

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Sky Ponteggi Sagl: la sicurezza al centro

La corretta installazione dei ponteggi è il punto di partenza necessario per tutta un’importante...

ARCOBALENO CAR: QUANDO LA PASSIONE PER I MOTORI DIVENTA UN BUSINESS

Petar, fin da piccolissimo, ha sempre avuto la passione per il rombo e il...

IDROBENI: AL VOSTRO FIANCO VERSO L’INNOVAZIONE

Se si è alla ricerca un’azienda capace di portare la propria casa verso il...

- Pubblicità -