FrenchGermanItalian

24 ore su 24 le notizie politiche del Canton Ticino e della Svizzera

Editoriale redatto da giornalisti iscritti al Registro FIG e accreditati presso il Consiglio di Stato del Canton Ticino.

Tendenze nella scelta del percorso formativo dei giovani dopo la scuola dell’obbligo

- Pubblicità -

Secondo l’ultimo studio sulla transizione, un numero significativo di giovani, compreso tra i 14 e i 17 anni, si è mostrato soddisfatto del percorso formativo intrapreso dopo aver completato la scuola dell’obbligo nell’estate del 2023. Il 46% degli studenti ha scelto di seguire una formazione professionale di base, mentre il 36% ha optato per una scuola di cultura generale. L’18% restante ha scelto soluzioni transitorie, ma la maggior parte di loro ha espresso l’intenzione di intraprendere una formazione professionale di base in futuro. Le aziende formative hanno mantenuto stabile l’offerta di posti di tirocinio rispetto all’anno precedente, con un tasso di occupazione dei posti di tirocinio in linea con gli anni precedenti (84%).

L’82% dei giovani ha iniziato la formazione desiderata nell’estate del 2023 e si sono dichiarati soddisfatti della loro situazione formativa al termine della scuola dell’obbligo. Tuttavia, sono emerse difficoltà nell’assegnazione dei posti di tirocinio nel settore dei servizi economici, come attività di segreteria, call center, organizzazione di congressi, ecc. Alla fine di agosto, il 40% dei posti disponibili in questo settore è rimasto vacante. Anche nel settore dell’edilizia e dell’ospitalità, sono rimasti scoperti rispettivamente un terzo e un quarto dei posti di tirocinio.

Nel 2023, gli aspiranti apprendisti hanno presentato in media 10 candidature per ottenere un posto di tirocinio, un incremento rispetto all’anno precedente. Inoltre, il processo di candidatura è stato mediamente più lungo rispetto al periodo della pandemia di COVID-19, riavvicinandosi ai valori precedenti alla pandemia.

Tra coloro che hanno scelto una scuola di cultura generale, il 74% frequenta un liceo e il 26% si è iscritto a una scuola specializzata. Altri hanno optato per soluzioni transitorie come formazioni temporanee o un anno intermedio. Si registra anche un aumento dei giovani che scelgono di frequentare un anno intermedio prima di intraprendere una formazione professionale di base.

In conclusione, il barometro della transizione del 2023 evidenzia che la maggior parte dei giovani è soddisfatta del percorso formativo intrapreso dopo la scuola dell’obbligo. Tuttavia, sono emerse sfide nell’assegnazione dei posti di tirocinio in alcuni settori economici. Il processo di candidatura è diventato più competitivo e più lungo rispetto all’anno precedente. Nonostante ciò, la maggior parte dei giovani ha iniziato la formazione desiderata e ha espresso l’intenzione di proseguire nel loro percorso formativo.

- Pubblicità -

CH PRESS LIVE

- Pubblicità -

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

ABC Brokers Group SA di Contone, servizi assicurativi di qualità e a misura d’uomo

Nel corso degli ultimi anni, anche a causa degli effetti della pandemia globale, la...

GARAGE ALLA MAGLIASINA DI MERLO FABIO: IL CENTRO PER OGNI ESIGENZA DEI TUOI MOTORI!

Il GARAGE ALLA MAGLIASINA DI MERLO FABIO è nato dalla volontà imprenditoriale dell’omonimo fondatore,...

FLORIANI E STROZZI ARCHITETTI SAGL: LO STUDIO DI LUGANO OPERATIVO NEL SETTORE A 360 GRADI

Correva l’anno 2016, quando Marco Strozzi e Filippo Floriani davano avvio alla loro attività...

- Pubblicità -