FrenchGermanItalian

24 ore su 24 le notizie politiche del Canton Ticino e della Svizzera

Editoriale redatto da giornalisti iscritti al Registro FIG e accreditati presso il Consiglio di Stato del Canton Ticino.

Nuovo accordo sui frontalieri tra Svizzera e Italia: tutto ciò che c’è da sapere

- Pubblicità -

Il 17 luglio 2023 è entrato in vigore un nuovo accordo tra Svizzera e Italia relativo all’imposizione dei lavoratori frontalieri. Il nuovo accordo sostituisce quello del 1974 e migliora notevolmente la regolamentazione sull’imposizione dei lavoratori frontalieri. Le nuove disposizioni saranno applicabili a partire dal 1° gennaio 2024. In questo articolo, esamineremo i dettagli dell’accordo sui frontalieri tra Svizzera e Italia.

Secondo il nuovo accordo, la Svizzera trattiene l’80% dell’imposta alla fonte regolarmente prelevata sul reddito dei nuovi frontalieri che lavoreranno in Svizzera. I nuovi lavoratori frontalieri saranno tassati in via ordinaria anche in Italia. Questo significa che la doppia imposizione verrà evitata. I “nuovi” lavoratori frontalieri sono quelli che entrano nel mercato del lavoro transfrontaliero dopo il 17 luglio 2023.

I frontalieri che lavorano o che hanno lavorato nei Cantoni dei Grigioni, del Ticino o del Vallese tra il 31 dicembre 2018 e il 17 luglio 2023 sono soggetti a un regime transitorio. Queste persone continueranno ad essere imposte esclusivamente in Svizzera, la quale verserà ai comuni italiani di confine, fino all’anno fiscale 2033, una compensazione finanziaria del 40% dell’imposta alla fonte prelevata in Svizzera.

Il nuovo accordo sui frontalieri tra Svizzera e Italia è stato introdotto per migliorare l’attuale regolamentazione sull’imposizione dei lavoratori frontalieri e contribuire al mantenimento dei buoni rapporti tra i due Paesi. L’accordo è stato negoziato per un lungo periodo di tempo e rappresenta un compromesso tra i due paesi.

Il Dipartimento federale delle finanze ha adeguato l’ordinanza sull’imposta alla fonte per quanto attiene all’imposizione dei lavoratori frontalieri italiani. Le modifiche entreranno in vigore il 1° gennaio 2024.

- Pubblicità -

CH PRESS LIVE

- Pubblicità -

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Farmacia San Nicolao – L’esperienza nella cura della salute

La salute è probabilmente il bene più importante che abbiamo a disposizione: quindi è...

FALEGNAMERIA CATTANI SA, UNA STORIA TICINESE DI SUCCESSO

Nel 1952 Dante Cattani posava la prima pietra di quella che oggi è la...

CENTRO DI DANZA DI MANUELA RIGO: L’INSEGNAMENTO DELLE ARTI PIÙ PRESTIGIOSE!

Abbiamo avuto modo di conoscere in più occasioni il CENTRO DI DANZA di Manuela...

- Pubblicità -