FrenchGermanItalian

24 ore su 24 le notizie politiche del Canton Ticino e della Svizzera

Editoriale redatto da giornalisti iscritti al Registro FIG e accreditati presso il Consiglio di Stato del Canton Ticino.

Il Consiglio federale chiede il parere delle Commissioni della politica estera sui finanziamenti degli aiuti nel Medio Oriente

- Pubblicità -

Durante la riunione del 24 aprile 2024, il Consiglio federale ha deliberato sull’utilizzo pianificato di 56 milioni di franchi dal credito umanitario per il Medio Oriente. Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) è stato incaricato di presentare la questione alle Commissioni della politica estera per un parere consultivo. La decisione sui pagamenti svizzeri all’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’assistenza dei rifugiati palestinesi in Medio Oriente (UNRWA) sarà presa in un secondo momento.

Come stabilito dal Parlamento nel dicembre 2023, i contributi per il Medio Oriente nell’ambito del credito “Azioni umanitarie” per il 2024 saranno erogati gradualmente e previa consultazione delle Commissioni della politica estera. La Strategia MENA 2021–2024 del Consiglio federale include nell’area del Medio Oriente la Palestina occupata, l’Iraq, Israele, la Giordania, il Libano e la Siria. Per il primo lotto di finanziamenti, l’Esecutivo ha destinato 56,2 milioni di franchi. Questi fondi sono destinati a organizzazioni svizzere come la Croce Rossa Svizzera, Terre des hommes e Caritas, nonché al Comitato internazionale della Croce Rossa, agenzie delle Nazioni Unite e organizzazioni non governative internazionali e, in parte, locali come il Danish Refugee Council, Handicap International e Save the Children.

Dato l’attuale contesto di serie accuse rivolte all’UNRWA, la Svizzera non ha ancora trasferito all’organizzazione i contributi previsti per il 2024. Il Consiglio federale prenderà una decisione su questo argomento in una fase successiva. Nel frattempo, ha preso atto della pubblicazione, il 22 aprile, del rapporto sulla revisione esterna dell’UNRWA sotto la guida dell’ex ministro degli esteri francese Catherine Colonna e procederà ora a un esame approfondito dello stesso. Successivamente, l’Esecutivo prenderà una decisione sull’UNRWA basata su una valutazione completa.

- Pubblicità -

CH PRESS LIVE

- Pubblicità -

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Enjoy Fisio Training – Prevenire il rischio cadute: non aspettare di cadere per agire

Il disequilibrio è un fattore di rischio molto significativo in tema di cadute. Spesso...

Ristorante Grotto Paradiso da Priscilla in Castaneda, un sogno che divenne realtà…

Il Grotto Paradiso gode di una gestione familiare, voluta dalla titolare Priscilla, al cui...

MC Traslochi – Operatori qualificati per un trasloco in tutta serenità

Piccoli e grandi traslochi non sono piu’ un problema da quando c’è MC Traslochi,...

- Pubblicità -