FrenchGermanItalian

24 ore su 24 le notizie politiche del Canton Ticino e della Svizzera

Editoriale redatto da giornalisti iscritti al Registro FIG e accreditati presso il Consiglio di Stato del Canton Ticino.

Lotta all’Inflazione Normativa: Il Forum PMI Chiede Misure Rapide

- Pubblicità -

Il Consiglio federale ha recentemente esaminato il rapporto di attività del Forum PMI sugli ultimi quattro anni, evidenziando l’importante contributo della commissione extraparlamentare nel frenare l’aumento degli oneri amministrativi delle piccole e medie imprese (PMI) in Svizzera. Nonostante ciò, le PMI ritengono che gli oneri siano in costante crescita a causa dell’inflazione normativa.

Negli ultimi dieci anni, le aziende svizzere hanno segnalato un aumento netto dei loro oneri amministrativi e dei costi della regolamentazione. I sondaggi e gli studi condotti dalla Confederazione e da altre organizzazioni hanno confermato questa tendenza. Sebbene alcuni provvedimenti abbiano permesso di ridurre i costi in alcuni settori o di frenarne l’aumento, il gran numero di nuove normative adottate nello stesso periodo ha vanificato gli effetti positivi delle misure di sgravio introdotte.

Il Forum PMI chiede una rapida attuazione della nuova legge federale sullo sgravio delle imprese dai costi della regolamentazione per contrastare più efficacemente l’aumento degli oneri amministrativi e dei costi che gravano sulle PMI in Svizzera. Questa legge prevede migliori stime dei costi, obblighi di esame, studi settoriali, sviluppo dell’e-government, e altro ancora.

Gli sviluppi legislativi in relazione agli obblighi di diligenza potrebbero comportare un aumento degli oneri sostenuti dalle aziende in Svizzera nei prossimi anni, a causa di una politica di rischio zero e del principio di cautela che le aziende devono ora applicare in tutti gli ambiti e documentare in tutte le fasi.

Il Forum PMI ritiene essenziale ridurre gli ostacoli tecnici al commercio, mantenendo al contempo il più ampio margine di manovra possibile. Si oppongono a un adeguamento sistematico e indifferenziato del diritto svizzero a quello dell’UE, quando ciò non è richiesto da accordi bilaterali. Inoltre, ritengono necessario che le aziende svizzere possano continuare a svolgere le proprie attività in tutto il mondo nonostante l’erosione del multilateralismo e l’emergere di nuovi blocchi economici.

Il Consiglio federale ha recentemente nominato tre nuovi membri della commissione, provenienti da settori economici particolarmente colpiti dal problema degli oneri amministrativi e dai costi della regolamentazione. Questi membri parteciperanno attivamente alle procedure di consultazione, esprimendo il punto di vista delle PMI e cercando di evitare che le imprese debbano sostenere oneri amministrativi inutili.

- Pubblicità -

CH PRESS LIVE

- Pubblicità -

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Sky Ponteggi Sagl: la sicurezza al centro

La corretta installazione dei ponteggi è il punto di partenza necessario per tutta un’importante...

PTEK DI GRONO: VENDITA E INSTALLAZIONE DI IMPIANTI A BIOMASSA

La società Ptek, fondata da Paolo Beraud nel 2019 nella regione di Mesolcina, si...

RISTORANTE LUGANO CAFFÈ: UNA NUOVA INAUGURAZIONE… RICCA DI GUSTO!

Una nuova avventura culinaria sta per prendere il via ad agosto, quando il Ristorante...

- Pubblicità -