FrenchGermanItalian

24 ore su 24 le notizie politiche del Canton Ticino e della Svizzera

Editoriale redatto da giornalisti iscritti al Registro FIG e accreditati presso il Consiglio di Stato del Canton Ticino.

Approvata la Strategia per l’innovazione digitale del Cantone Ticino

- Pubblicità -

Il Consiglio di Stato ha dato il via libera alla Strategia per l’innovazione digitale del Cantone Ticino: un documento che delinea la visione, le priorità e il contesto di questo complesso ma fondamentale processo di trasformazione. L’obiettivo principale è promuovere l’evoluzione digitale dell’Amministrazione cantonale, migliorando la fornitura dei servizi attraverso l’implementazione di soluzioni digitali innovative ed efficienti che integreranno i servizi offerti alla popolazione, alle imprese e, in generale, a tutti gli attori che interagiscono con il settore pubblico. Il processo terrà conto anche del potenziamento delle competenze digitali delle persone e del principio di integrazione anziché sostituzione. In questo modo, si mira a coinvolgere tutte le fasce della popolazione, comprese quelle meno familiari con la tecnologia.

La trasformazione digitale del Cantone Ticino è una delle principali aree di sviluppo per i prossimi anni secondo il Consiglio di Stato ed è parte integrante di tre obiettivi delineati nel Programma di legislatura 2023-2027 appena reso pubblico.

Nel settembre 2023, il Governo ticinese ha lanciato una consultazione pubblica sul progetto di Strategia per l’innovazione digitale del Cantone Ticino. Sono state ricevute quaranta risposte da parte di Comuni, aziende, enti pubblici e cittadini, la maggior parte delle quali ha accolto positivamente i contenuti della Strategia e ha avanzato alcune proposte di modifica, successivamente integrate nella versione approvata dal Consiglio di Stato. Tutta la documentazione relativa alla consultazione è disponibile sul sito web www.ti.ch/consultazioni-cantonali.

Al centro della Strategia c’è l’obiettivo di migliorare i servizi pubblici e la loro erogazione attraverso l’adozione delle nuove tecnologie digitali: un obiettivo che coinvolge tutti gli enti pubblici del Paese, in particolare le Amministrazioni comunali e cantonali, e che tiene conto delle normative di sviluppo a livello federale. La trasformazione digitale richiede non solo l’adozione di nuove tecnologie, ma anche un reale cambiamento culturale accompagnato dalla crescita delle competenze digitali sia interne che esterne alle Amministrazioni pubbliche.

I prossimi passi includono l’avvio di un primo ciclo di implementazione dei pilastri di trasformazione, come indicato anche nel Programma di legislatura 2023-2027. Queste attività comprendono l’attuazione dei processi di governance, la pianificazione degli aspetti finanziari (con un messaggio governativo che sarà presto presentato al Parlamento), l’adeguamento delle basi legali e l’implementazione dei servizi digitali di base. Ciò avverrà attraverso il coinvolgimento e la mobilitazione degli attori impegnati nella promozione e nel supporto della tecnologia digitale.

- Pubblicità -

CH PRESS LIVE

- Pubblicità -

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

GARAGE BORRADORI LUIGI DI RIAZZINO: 50 ANNI DI PASSIONE PER L’AUTOMOBILE

Da mezzo secolo, il Garage Borradori Luigi incarna una passione senza fine per l'automobile,...

Studio Ottico Cervo molto più che semplici lenti

Studio Ottico cervo presenti a Bellinzona, in piazza G. Buffi, specializzato e qualificato in: Misurazione...

Rigassi & Pinchetti SA a Riviera, il punto di riferimento bellinzonese per edilizia e genio civile

Nella zona del bellinzonese, da più di 40 anni, c’è un’impresa di costruzioni che...

- Pubblicità -